MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Nutrizione  

ALIMENTAZIONE NELLA TERZA ETÀ: mangiare bene per una vita lunga ed in piena salute

Dott. Alessandro Targhetta – Nutrizionista
Dott. Alessandro TARGHETTA
 26 Febbraio 2019

Alimentazione nella terza età: mangiare bene per una vita lunga ed in piena salute

Spesso l’anziano cura la dieta meglio del giovane, perché ha capito quanto sia importante mangiar bene per stare in forma e prevenire le malattie.

Le persone anziane, ovvero con una età sopra i 65 anni, sono in costante aumento (22,3%) e l’aspettativa di vita è aumentata, per le donne 87,2 anni e per gli uomini 83,9 anni. Questo è dovuto sia alle condizioni di vita migliori (case confortevoli, igiene di vita aumentato, ecc.), ma anche a diagnosi mediche più precise grazie a metodiche strumentali avanzate, ai farmaci e alle cure all'avanguardia e alla maggior attenzione al benessere, al movimento. In particolar modo è di fondamentale importanza l’attenzione alla dieta, cioè al mangiar bene, in senso quantitativo, ma soprattutto qualitativo. 

 

Come deve essere l'alimentazione dell'anziano, sia come varietà di alimenti che come suddivisione dei pasti? 

La suddivisione dei pasti è sempre la stessa: colazione, pranzo, cena e due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio. A colazione bisogna mangiare sempre zuccheri (fette biscottate integrali, marmellata senza zuccheri aggiunti, ecc.), grassi, meglio se vegetali (noci, mandorle, nocciole, ecc.), proteine (yogurt di soia, ecc.), te verde o caffè o latte vegetale. A pranzo i carboidrati (pasta integrale o riso), proteine (carne bianca, pesce, ma anche rossa ecc.), verdure crude (radicchio, carote, finocchi) con olio di oliva. A cena solo proteine (carne, pesce, uova o formaggi meglio se stagionati) e verdure cotte (bieta, cavoli, ecc.). I due spuntini sono con frutta di stagione. Poi l’anziano deve privilegiare il consumo di cibi ricchi di vitamine antiossidanti A,C,E (frutta, verdure, cibi integrali, frutti oleosi), selenio, magnesio, calcio e fosforo (frutta oleosa, carne, uova, pesce) e vitamina D (olio di fegato di merluzzo). Bere sempre almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, meglio se “bicarbonato-calcica” per le ossa.

 


 

Molti anziani affermano che hanno poco appetito e spesso sono persone sole: c'è una relazione?

Certamente vivere da soli (single, vedovi, ecc.) porta ad avere una dieta più monotona e quindi più carente in principi nutritivi. La solitudine spesso causa isolamento e depressione e quindi anche poca voglia di mangiare. Consideriamo poi che spesso un anziano consuma molti farmaci che danno problemi allo stomaco, con conseguente calo dell’appetito.

 

In caso affermativo quali consigli possiamo dare?

Nell’anziano solo consiglio almeno un pasto al giorno, meglio il pranzo, a base di carboidrati (pasta o riso) e di proteine (carne macinata ad esempio, facile da cucinare) e frutta (mele, pere, mandarini) a volontà. Utilizzo molto spesso anche la Tintura madre di Iperico come antidepressivo, per stimolare la “voglia di fare” e di mangiare.

 

È utile l'assunzione di integratori (vitamine, amminoacidi, antiossidanti) nella loro dieta?

Spesso le diete dell’anziano sono povere di principi nutritivi, perché mangiano poco e male, ma non solo, perché i cibi (vedi la frutta e la verdura ad esempio) sono comunque carenti in vitamine e sali minerali e poi perché con l’avanzare dell’età l’assorbimento intestinale di queste sostanze si riduce naturalmente. Io consiglio sempre una integrazione con Vitamine, Minerali, Antiossidanti, ecc. attraverso l’uso di integratori alimentari e se necessario anche iniezioni, come nel caso delle vitamine del gruppo B, spesso deficitarie nell’anziano.

 

L'anziano necessita di un corretto apporto proteico, ma spesso ha difficoltà a masticare. Quali alimenti assumere per mantenere il tono muscolare?

Dopo i 50 anni si comincia a perdere la massa magra muscolare quindi è fondamentale che l’anziano consumi quotidianamente un adeguato apporto di proteine attraverso il consumo di carni bianche (pollo, tacchino), pesce (sgombro, salmone, merluzzo), poche carni rosse (manzo, suino), soia, legumi. Il tutto può esser macinato e assunto sotto forma di passati, per facilitarne l’assunzione.

Social
Dott. Alessandro Targhetta – Nutrizionista
Hai bisogno di un consulto in
Omeopatia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Alessandro TARGHETTA     
Altro dal blog
Il periodo Natalizio può mettere a rischio il tuo benessere se esageri a tavola
Vuoi evitare che i tuoi figli soffrano di disturbi del peso? Inizia mostrando loro che la merendina può essere sostituita da un frutto.
Chi l'ha detto che la menopausa è l'autunno della vita? Facciamo sì che sia una nuova primavera!
Abbiamo chiesto al Dott. Alberto Maraggia, coordinatore di Clinica Sorriso del Bambino di Padova, cosa preveda un percorso di salute completo del bambino
Stanchezza, irritabilità, gonfiore e disturbi gastro intestinali sono i sintomi più comuni di questa patologia molto diffusa. Capiamo qualcosa di più
L’incontro aperto al pubblico si terrà venerdì 16 novembre nell’Aula Magna scuola media “Manzoni”: interverranno gli specialisti Alessandro Targhetta omeopata, nutrizionista e Ilaria Romano dermatologa
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico