MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Bambini   Pediatria   Psicologia, psichiatria, sessuologia   Salute e benessere   Scienza dell'alimentazione  

BAMBOLA 'ANORESSICA’: DICE NO AL CIBO

Dott.ssa Maria Isabella Zuccalà - Dietista
Dott.ssa Maria Isabella ZUCCALÀ
 28 Gennaio 2014

Bambola anoressica: dice no al cibo

IL PARERE DELLA NOSTRA SPECIALISTA

(Adnkronos Salute) A prima vista non presenta nulla di sospetto, anzi, sembra la classica graziosa bambola alla quale le bambine fanno finta di dare da mangiare per imitare le loro mamme. Ma la sua funzione principale ha scatenato pesanti critiche: in pratica, muove la testa da una parte, in modo da rifiutare il cibo. E subito i creatori spagnoli di 'Nenuco Won't Eat' ('Nenuco non mangerà') sono stati accusati di incoraggiare l'anoressia.
 

Abbiamo chiesto alla nostra specialista in Dietistica, la dottoressa Maria Isabella Zuccalà, una sua opinione in merito.
 

Allarmismo o preoccupazione fondata? Nessuna delle due ipotesi, semmai uno spunto di riflessione. Il polverone mediatico che si è sollevato a proposito della bambola che rifiuta il cibo denuncia soprattutto che i disturbi dell’alimentazione sono materia oscura per molti e, in quanto tale, è facile che susciti posizioni opposte come paura o noncuranza.

Se una bambola che rifiuta il cibo simulando un normale comportamento da bambini può diventare un modello pericoloso, allo stesso modo dovremmo tenere i bambini distanti da fratelli minori o altri bambini che fanno i capricci per mangiare, e così non è; al contrario il rifiuto della bambola potrebbe far mettere a punto al bambino, nella dinamica del gioco, delle strategie per farla mangiare e rinforzare il concetto che il mangiare è il comportamento salutare e il non mangiare quello da correggere.

I veri rischi di emulazione risiedono altrove: tra i fattori di rischio specifici per i disturbi dell’alimentazione ci sono familiari di riferimento - soprattutto madre o fratelli e sorelle maggiori - che seguono regimi restrittivi, manifestano necessità di controllare costantemente degli introiti di cibo, attenzione per il peso, o esternino giudizi su se stessi in base al peso. Situazione, questa, molto frequente rispetto alla possibilità di giocare con una bambola che fa i capricci per mangiare, e a cui non viene attribuita la giusta importanza nella prevenzione dei disturbi.

Tutt’al più i costruttori potevano spendersi nel mettere a punto una bambola che alterni il comportamento del rifiuto a quello dell’accettazione del cibo, anche solo per rendere il gioco meno frustrante.

Social
Dott.ssa Maria Isabella Zuccalà - Dietista
Hai bisogno di un consulto in
Dietistica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott.ssa Maria Isabella ZUCCALÀ    
Altro dal blog
Appuntamento giovedì 14 novembre al Centro culturale De André, piazza IV Novembre
Avvicinandosi alla menopausa è fondamentale porre attenzione alla propria alimentazione per prevenire o minimizzare alcuni disturbi che possono insorgere.
Se l'obesità è una malattia cronica, dobbiamo trattarla come una malattia cronica.
Riconoscere eventuali difetti cardiaci congeniti per intervenire precocemente, quando necessario.
IL VIDEO DEL DOTTOR PAVANELLO, PRIMARIO DI PEDIATRIA ULSS 8
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico