MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Dermatologia e Medicina Estetica  

Capelli, la prevenzione dimenticata

Dott. Giuseppe Palamara - Medico Estetico
Dott. Giuseppe PALAMARA
 16 Ottobre 2017

Oggi la prevenzione, la cura e le malattie dei capelli non sono ancora riconosciuti a livello medicale.

Oggi la prevenzione, la cura e le malattie dei capelli non è ancora riconosciuta a livello medicale.

Ancora oggi purtroppo nel campo della medicina la trichiatria, la scienza che studia il capello ed il cuoio capelluto, viene affrontata con superficialità, mentre è un vero problema sociale: ne soffrono infatti il 55% degli uomini adulti e il 40 % delle donne dopo i 40 anni, e ben il 30% ignora di avere questo problema.

Innanzitutto vanno distinte le varie patologie che riguardano i capelli: alopecia androgenetica, alopecia diffusa, riduzione del diametro dello stelo, effluvio anagen, defluvio telogen, etc. 

I capelli sono la cornice del quadro del nostro volto, un elemento importantissimo dal punto di vista estetico, ma soprattutto funzionale, poiché proteggono il cuoio capelluto da traumi e aggressioni esterne (vento, sole, umidità).
Nonostante questo però, la prevenzione della loro salute e quindi anche della loro caduta è ancora molto sottovalutata in una società come la nostra in cui l’estetica è predominante certo stupisce che al capello non vengano riservate le cure che meriterebbe salvo poi che correre ai ripari quando la situazione è già critica.
In genere si pensa che il capello, essendo annesso al cuoio capelluto e quindi alla pelle, sia di pertinenza solo del dermatologo non considerando che invece è una spia dello stato di salute di tutto il corpo e richiede quindi un approccio più globale olistico che tenga in considerazione diversi aspetti.
E’ normale che i capelli cadano tutti i giorni, è il ciclo biologico funzionale della vita del capello (anagen, catagen, telogen), quando però la caduta diventa abbondante deve essere controllata, che non vuol dire impedirla, ma riportarla a livelli fisiologici. L’equilibrio ottimale si può raggiungere solo con una sinergia di terapie mirate: non solo quella topica, locale al capello con la detergenza mirata per ciascuna fascia di età in rapporto alle stagioni, e per le esigenze di ciascuno e in base alle caratteristiche del film idrolipidico cutaneo, il sottile strato che ricopre e protegge la cute, ma anche quella endogena con il supporto di nutraceutici specifici per ogni singolo caso e paziente, oltre che fondamentale e quella medica.
Numerose sono le terapie proponibili (PRP, PDNR, polinucleotidi, etc.) in grado di nutrire il capello in profondità e favorirne il fisiologico ciclo vitale. Ho studiato e messo a punto insieme alla cosmetologa un protocollo trichiatrico per l’A.A (Alopecia Androgenetica ) attraverso l’utilizzo di MD Guna. Lo studio è stato condotto nell’A.A  studio Hamilton nel maschio e A.A. studio Ludwig nella femmina, nell’Alopecia Diffusa con riduzione del diametro dello stelo, nell’Alopecia Circoscritta.
Dopo indagini strumentali quali check up cutaneo con idratometro, sebometro, pHmetro, elastometro, videoscopia, ed indagini ematologiche lo studio è stato condotto con il reclutamento di 20 pazienti 13 maschi e 7 femmine con età compresa fra i 14 e 62 aa.
Lo studio iniziato nel settembre del 2011 si è concluso da circa 6 mesi, prevede una applicazione per settimana per 6 settimane una applicazione ogni 15 gg per 3/v, una applicazione ogni 21 gg per 3/v, una applicazione/ mese per 6 mesi.
Gli MD utilizzati sono gli stessi per entrambi i sessi, una fl di MD Matrix (Matrice Extracellulare) e una fl di MD Tissue ( Tessuti Molli). Gli MD vengono aspirati in una siringa da 2 ml dinamizzati insieme e infiltrati nel cuoio capelluto con la tecnica di intradermoterapia distrettuale a microponfi retrogradi con ago 0,6 per 4mm 27G.
Lo scopo dell’inoculo in loco di questo biomateriale ha le funzioni: rimpiazzare, rinforzare, strutturare, proteggere l’apparato tegumentario del capillizio in toto al fine di migliorare l’assetto anatomico e funzionale di tutti gli annessi.
Non vi sono stati effetti collaterali degni di nota, se non la dolenzia momentanea al cuoio capelluto dovuta all’inoculo con l’ago.
Prima, durante e dopo la terapia infiltrante gli MD, sono stati effettuati trattamenti con apparecchiature elettromedicali quali: ossigenoterapia iperbarica, RF  e veicolazione transdermica a rilascio rapido.
Sono state escluse dallo studio donne in gestazione per una scelta prettamente deontologica.
I risultati dal punto di vista del paziente e dal punto di vista clinico, si possono definire da “ buoni” a “ottimi”.
Social
Dott. Giuseppe Palamara - Medico Estetico
Hai bisogno di un consulto in
Medicina Estetica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Giuseppe PALAMARA    
Altro dal blog
Le affezioni del cuoio capelluto generano disagi fisici ma anche psicologici, sia nell'uomo che nella donna. Una diagnosi corretta e una terapia adeguata possono venire in soccorso.
In autunno perdiamo circa il 20-30% di capelli in più rispetto al solito, ma è un fenomeno normale di rinnovo che riguarda tutti. L'alimentazione può essere un valido aiuto per assicurarne una nuova crescita forte e sana.
Il sole schiarisce i capelli ma scurisce la pelle: sai il perché?
Una nuova terapia per contrastare la caduta dei capelli: è la biorivitalizzazione, utile sia in caso di caduta stagionale che nelle forme croniche.
Quanto incide realmente lo scheletro sul nostro peso corporeo?
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico