MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

Sanità privata, Centro di medicina sbarca a Castelfranco

Con la nuova sede di Castelfranco Veneto, salgono a 8 le sedi nella provincia di Treviso e a 18 le strutture in Veneto.

Sanità privata, Centro di medicina sbarca a Castelfranco
Con l'arrivo da ottobre a Castelfranco Veneto, il Gruppo Centro di medicina porta a 8 le sue sedi in provincia di Treviso e a 18 quelle in Veneto. Il Gruppo nato 35 anni fa a Conegliano e cresciuto dapprima nella Marca, negli ultimi due anni ha saputo aggregare 6 realtà in 4 diverse province (Padova, Vicenza, Treviso e Verona) posizionandosi come primo gruppo veneto per presenza capillare sul territorio.

"Nei prossimi 5 anni la sanità veneta vedrà, oltre al pubblico, un gruppo ristretto di operatori. Per essere competitivi e all'altezza delle aspettative dei pazienti veneti, in questo scenario, che vede e ha visto i fondi di investimento esteri farla da padrone - spiega Vincenzo Papes, amministratore del Gruppo – stiamo consolidando la nostra presenza sul territorio, investendo in nuove tecnologie e risorse umane, oltre a continuare l'operazione di aggregazione che ci ha portati negli ultimi anni ad una realtà di 18 strutture".
 
Il Gruppo Centro di medicina è oggi una realtà di riferimento per circa 600 mila pazienti veneti, presente in 6 province, con 18 sedi ed oltre 350 dipendenti. Può contare su circa 850 medici specialisti collaboratori e una rete di ben 26 punti prelievo (interni ed esterni) in tutto il Veneto (la provincia che ne ha il maggior numero è Treviso, con 10).

Molti pazienti si rivolgono a noi perché ci riconoscono dopo 35 anni di presenza sul territorio come soggetti affidabili e completi nella disponibilità di servizi alla salute - spiega Vincenzo Papes, amministratore del Gruppo – Per fare questo ogni anno manteniamo invariato il trend di investimenti con una media di 4,5 milioni di euro, che ci permette di aggiornate costantemente strutture e standard medicali. Inoltre investiamo in selezione e formazione del personale. Da inizio anno abbiamo già assunto 40 nuovi dipendenti. Inoltre, investiamo in personale giovane, con una media di età tra i 30 e 40 anni, il 70% donne”.
 
Recentemente il Gruppo ha lanciato un nuovo progetto su Padova, con il raddoppio degli spazi della Casa di cura Villa Maria in pieno centro cittadino, un investimento da 12 milioni di euro e la previsione di 50 nuove assunzioni. Questo con l'auspicio che si attuino condizioni più favorevoli per gli operatori sanitari in Veneto.  

Crescere per noi è una scelta obbligata, per essere competitivi nella sanità odierna. Non possiamo però continuare ad investire in un contesto in cui le regole cambiano di continuo, non sappiamo davvero come comportarci, cosa fare. Ne va degli investimenti, ne va dei posti di lavoro. - conclude Vincenzo Papes - Un’altra condizione essenziale per dare servizi adeguati ai pazienti veneti riguarda la carenza di medici, sottolineata dai medici di base ma avvertita pesantemente anche per quanto riguarda gli specialisti. La nostra sanità rischia il declino. Oggi dalle scuole di specializzazione escono meno specialisti di quanti non ne vadano in pensione. E questo mette in ginocchio il sistema. Per questo come realtà della sanità privata e convenzionata chiediamo alla Regione un tavolo permanente per affrontare queste questioni dell’agenda della sanità veneta non più procrastinabili”.
 
Il trend e i numeri del 2017
Il 2017 del Gruppo Centro di medicina si è aperto con ben 6 acquisizioni, delle quali tre a Verona, una a Vicenza, una a Padova e una in provincia di Treviso, portando le sedi da 12 a 18.

La new entry più recente è la sede di Castelfranco Veneto (ex Castelmonte Salute), in provincia di Treviso. Una realtà che offre sia servizio di Poliambulatorio e Medicina sportiva e del lavoro, ma anche fisioterapia e riabilitazione. È anche punto prelievi.

Il fatturato complessivo del Gruppo si sta consolidando anche per quest'anno di poco sopra ai 50 milioni di euro, con un trend di crescita previsto dell’8% e investimenti per circa 4.5 milioni di euro l'anno.

Il Gruppo Centro di medicina (nato nel 1982 in provincia di Treviso) è oggi una rete di strutture sanitarie private e convenzionate unite in un unico gruppo, nella stessa Regione, il Veneto, con più sedi e soprattutto più servizi: 6 Radiologie (Conegliano, Treviso, San Donà di Piave, Mestre, Padova, Verona), 26 punti prelievi (tra interni ed esterni), 6 laboratori analisi (Conegliano, Treviso, San Donà di Piave, Mestre, Padova, Montebelluna), 5 blocchi operatori (Treviso, Padova, Vicenza, Verona, San Donà di Piave), 4 Centri PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) (San Donà di Piave, Treviso, Vicenza e Mestre), un centro regionale di Chirurgia refrattiva, che effettua oltre 700 interventi l’anno (Treviso), un’equipe riabilitativa con oltre 35 tra fisiatri ed ortopedici, 80 fisioterapisti e 15 laureati in scienze motorie.
Tanti poliambulatori che sul territorio effettuano annualmente più di 400 mila visite specialistiche.

Con la medicina del lavoro, inoltre, il gruppo Centro di medicina arriva a dare assistenza ad oltre 50 mila lavoratori (pubblici e privati); con la Medicina dello Sport a fare prevenzione per oltre 30 mila atleti veneti agonisti e non.

Comunicato stampa Ottobre 2017
 
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico