MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ortopedia-traumatologia e medicina dello sport    Sport  

CHIRURGIA DEL GINOCCHIO

Dott. Christos Frangos - Ortopedico
Dott. Christos FRANGOS
 01 Settembre 2014

ARTROSCOPIA E PROTESICA, SOLUZIONI DI “ROUTINE”


E? fondamentale la riabilitazione, che deve essere iniziata immediatamente dopo l’intervento (anche il giorno dopo) e gestita in ambiente specializzato. Da evitare il “fai da te”.

Dottor Frangos, di quali patologie si occupa la chirurgia del ginocchio? Il mio settore spazia dalla “chirurgia artroscopia” alla “chirurgia protesica” sia per la traumatologia sportiva sia per la patologia da overuse. Trattiamo quindi sia il paziente sportivo (agonista o amatoriale) che la persona comune non sportiva.

Quali sono i vantaggi di tali interventi? L’artroscopia chirurgica restituisce l’atleta allo sport in tempi brevi e permette il ritorno veloce alla normale attivita? del paziente comune. La protesica regala al paziente la “qualita?” di vita persa precedentemente a causa dei dolori persistenti.

Cos’e? l’artroscopia e la protesica? L’artroscopia, attraverso due fori sul ginocchio, risolve quasi tutte le patologie; e? una chirurgia mini-invasiva, ripartiva, a risparmio dei tessuti, mirata e precisa e si svolge in regime di Day-Surgery (dimissione in giornata). L’intervento dura dai 20 minuti (menischi) ai 40 minuti circa (ricostruzione egamentosa). La chirurgia protesica (monocompartimentale o totale) dura circa 1 ora; il ricovero mediamente 5-6 giorni e oggi viene considerato un intervento di “routine”.

Quali sono le patologie piu? frequenti che incontra e come vengono affrontate? Le patologie piu? frequenti sono quella meniscale, la patologia legamentosa e quella cartilaginea. Tutte e tre vengono trattate in artroscopia. La patologia meniscale viene trattata in 3 modi diversi: a) rimozione: meniscectomia selettiva (una piccola parte viene rimossa); b) riparazione: sutura meniscale (con indicazioni rigide per. es. pazienti giovanissimi); c) sostituzione: trapianto meniscale. Anche la patologia legamentosa viene trattata con la ricostruzione in 3 modi: a) con i propri tendini, semitendinoso e gracile o tendine rotuleo; b) con allograft (tendini dei donatori di banca); c) con tessuto sintetico tipo LARS. Al riguardo, e? da sottolineare che fino a non molti anni fa, per una lesione legamentosa, finivano le carriere sportive, oppure, dato che tante di loro non venivano operate, dopo anni compariva l’artrosi e di conseguenza l’inevitabile sostituzione protesica. La patologia cartilaginea viene invece trattata con la regolarizzazione, le microperforazioni, il trapianto (indicazioni ristrette e sempre su pazienti giovani).

In regime ambulatoriale come affronta l’artrosi? L’artrosi e? la causa principale dei dolori articolari e di disabilita? nel paziente anziano e adulto. Negli stadi iniziali utilizziamo l’acido ialuronico (di basso o alto peso molecolare) che forma una barriera protettiva e protegge la cartilagine dalle sollecitazioni meccaniche e poi la lubrifica riducendo cosi? il dolore e migliorando la funzione articolare. I fattori di crescita oggi usati danno una risposta migliore nella patologia tendinea e legamentosa.

Come deve essere la riabilitazione post-operatoria? E? una fase fondamentale. Secondo la mia esperienza deve essere iniziata immediatamente dopo l’intervento (anche il giorno dopo) e gestita in ambiente specializzato, con tempi precisi ed appropriati per rispettare i tempi biologici di guarigione evitando cosi? i rischi di complicanze e di insuccessi. In sintesi riabilitare presto, o meglio, subito. Evitare la riabilitazione “fai da te”.

Che consigli puo? dare alle persone e ai lettori di Medicina Moderna? Da un lato la sempre maggiore diffusione delle pratiche sportive e dall’altro il progressivo incremento della fascia di popolazione di eta? avanzata hanno contribuito all’ aumento delle lesioni del ginocchio. Direi di ricordarsi come “dogma” questa trilogia:

1. seguire sempre una attivita? fisica costante e controllata (secondo le proprie possibilita?) ed evitare le prestazioni esagerate. Alla presenza dei primi sintomi di dolore con eventuali gonfiori al ginocchio, rivolgetevi subito allo specialista;

2. per un’eventuale indicazione di intervento, non farsi prendere dal panico;

3. tenere bene in mente che: “una buona riabilitazione salva un discreto intervento, ed una cattiva riabilitazione rovina un buon intervento”.

 

Intervista tratta dal magazine di Medicina Moderna ©Medicina Moderna

Social
Altro dal blog
Si occuperà di Diagnosi e terapia di malattie infettive acute e croniche, di malattie sessualmente trasmesse, di terapia delle infezioni resistenti agli antibiotici e dell’impatto del microbioma su patologie di tipo gastroenterico, urologico, ginecologic
Oltre 60 giocatrici di 6 squadre di diverse categorie (serie B, serie C e serie D calcio femminile) al video “Gioca d’anticipo scendi in campo con la prevenzione” che ora vuole diventare virale
L’importanza della visita genitale nell’uomo per prevenire problemi testicolari in età adulta.
L’impianto di una protesi peniena consente riabilitazione sessuale del paziente affetto da disfunzione erettile grave nei casi non responsivi alla terapia orale e locale.
L'équipe di medicina fisica e riabilitazione a Casa di Cura Villa Maria è preparato alla gestione di pazienti con amputazione sia dal punto di vista fisico-riabilitativo che psicologico.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico