MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Scienza dell'alimentazione   Sport  

Come dimagrire in modo duraturo

Dott.ssa Fabiola Rebecca Lana - Scienza dell'alimentazione
Dott.ssa Fabiola Rebecca LANA
 08 Novembre 2013

Come dimagrire in modo duraturo

Le diete che promettono di perdere peso in pochi giorni hanno sempre il rovescio della medaglia: al primo sgarro si riacquistano subito i chili persi, se non di più.

Troppo spesso ci si affida a diete che promettono di far perdere i chili in eccesso in un tempo molto breve. Tuttavia, più breve è il periodo più dovremmo porci delle domande sull’adeguatezza del trattamento. Vediamo perché queste diete non servono nel lungo periodo.

Dott.ssa Lana, perché le diete veloci o restrittive alla fine ci si rivoltano contro?
“Dimagrire” e “perdere peso” non sono la stessa cosa. L’obiettivo di un piano alimentare dimagrante dovrebbe essere quello della perdita di grasso e non di perdere genericamente del peso, salvaguardando quindi i fluidi ed il muscolo. Se nella dieta si fa riferimento solo a ciò che dice la bilancia, non si può sapere se la perdita ponderale è dovuta ad una riduzione di grasso, muscolo o liquidi. Il più delle volte, attraverso regimi alimentari sbilanciati, diete fai da te e diete chetogeniche (proteiche) si va incontro a una riduzione di fluidi e di massa muscolare (massa magra), comportando necessariamente riduzione del metabolismo basale e conseguente difficoltà per il corpo a bruciare i grassi.

I chili persi vengono in questo caso riacquistati con l’aggiunta in breve tempo (effetto yo-yo). Per evitare la perdita di preziosa massa muscolare (così difficile da ottenere e così facile da perdere) che ci aiuta a bruciare il compartimento grasso, è necessario rispettare il metabolismo individuale (quindi no alle “diete da fame”), altrimenti si va incontro ad un processo di “autocannibalizzazione” del muscolo stesso.

Avere una buona percentuale di muscolo è il vero segreto per avere un corpo sano e magro, poichè la massa magra consuma molte più calorie anche da fermi, innalzando il metabolismo. La massa grassa al contrario ha un’attività metabolica molto bassa. In sintesi, tutte le diete che come risultato finale intaccano la massa magra sono un fallimento, poichè al termine stimolano il corpo ad accumulare ulteriormente grasso!



Come approcciare a una dieta?
Un dimagrimento corretto deve essere ottenuto solo attraverso una dieta personalizzata che fornisca le giuste quantità di proteine, carboidrati, lipidi e calorie, studiata tenendo conto dei parametri antropometrici, dell’età, della composizione corporea e dello stile di vita della persona. È importante monitorare con continuità lo stato di nutrizione e di idratazione, nonchè la composizione corporea (percentuale di liquidi, muscolo e grasso), valutando passo dopo passo l’adeguatezza della dieta, che nel corso del tempo dovrà essere modificata e riequilibrata. Tutto ciò allo scopo di conservare massa muscolare e idratazione, a scapito della massa grassa.

A tal scopo, ad ogni incontro effettuo da protocollo il Test bioimpedenziometrico (BIA), un test semplice e non invasivo, eseguito da protocollo ad ogni consulenza ed effettuato con le migliori strumentazioni scientifiche attualmente in commercio. Questo perchè la dieta è sempre strettamente soggettiva perchè siamo fisicamente tutti diversi e rispondiamo in modo differente ad un piano alimentare. Anche nella consulenza con lo sportivo l’esecuzione del Test BIA è di fondamentale importanza per valutare se l’allenamento svolto e se l’alimentazione sono efficaci e corretti o si devono apportare delle modifiche.

>> In che modo la dieta mediterranea aiuta a rimanere in forma?
>> Mai sentito parlare di ritmonutrizione?
Social
Altro dal blog
Combattere l'infiammazione cronica attraverso l'alimentazione.
È la novità del momento, e sembra adatta sia al dimagrimento che a scopo terapeutico. Scopriamone le peculiarità.
Sana alimentazione significa essere in grado di scegliere consapevolmente gli alimenti che ci fanno bene.
Le motivazioni possono essere varie e in particolare la causa non è mai una sola.
In genere, le diete sono orientate alla riduzione di peso. Bisogna ricordare, però, che anche il sottopeso può essere un fattore di rischio per la salute.
PER NON SGARRARE E’ MEGLIO SE NON LEGGI L’OROSCOPO
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico