MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Medicina generale   Ortopedia-traumatologia e medicina dello sport    Salute e benessere   Sport  

CONEGLIANO/TREVISO, UNA PAZIENTE SU 5 AFFETTA DA OSTEOPOROSI

L’INIZIATIVA DI SENSIBILIZZAZIONE CONFERMA I DATI NAZIONALI SULLE DONNE ULTRACINQUANTENNI IN MENOPAUSA


L’incidenza percentuale di pazienti ultracinquantenni affette da osteoporosi, che emerge dalla prima giornata di sensibilizzazione condotta dal Centro di Medicina di Conegliano,  conferma il dato nazionale: 20% densità ossea normale, 60% osteopenia (ovvero riduzione della massa ossea),  20% osteoporosi.

Se consideriamo che questa patologia emerge in modo preponderante in concomitanza con la menopausa – spiega il dottor Claudio Dotta – si evidenzia come riguardi soprattutto le donne. Fattori predisponenti sono la scarsa attività fisica, la familiarità e una dieta povera di calcio. Un caso a parte sono le pazienti che per altre patologie, quali il tumore, fanno ingente uso di cortisone, che accelera l’impoverimento dell’osso”.  

Il dottor Claudio Dotta, endocrinologo, si occupa di osteoporosi dal 1990, quando era in forza all’ospedale civile di Vittorio Veneto (Unità operativa di Medicina interna). Da quando ha cominciato ad occuparsi di osteoporosi, ha stimato di aver eseguito oltre 35 mila esami. “Oggi la donna vive più a lungo e per questo dobbiamo consentirle di vivere bene più a lungo, evitando il rischio di frattura del femore, che ha forti effetti invalidanti della sua vita. – spiega il dottor Dotta – La prevenzione che facciamo grazie alla densitometria ossea DEXA aiuta la donna ad essere più consapevoli del rischio e quindi ad essere più propense a cambiare la propria dieta e ad adottare un corretto stile comportamentale”.  

Se fino a qualche anno fa l’età media delle donne che si sottoponevano a densitometria ossea era di 65 anni, grazie alle campagne di prevenzione oggi l’età si è notevolmente abbassata (50 anni).  “Questo consente di aumentare il livello di protezione. Non solo tramite una eventuale cura farmacologica. L’alimentazione, ad esempio, è fondamentale. – aggiunge il medico - Se prima della menopausa una donna necessita di 1200 mg di calcio al giorno, nel periodo successivo ne servono 1400. Quindi sono fondamentali i latticini. A meno che non sia intollerante al lattosio, togliere il latte è sconsigliato. Se il paziente ha il colesterolo elevato, prenderà quello scremato. Così come può essere fondamentale qualche indicazione comportamentale. Insegnarle a mantenere l’equilibrio e non cadere vale di più di ogni terapia”.  

In questo campo inoltre ci sono state importanti evoluzioni tecnologiche. “Se penso all’evoluzione dalle prime apparecchiature a singolo raggio fotonico, a ultrasuoni, fino alla DEXA a raggi X dell’ultima generazione i passi fatti sono davvero grandi – conclude il dottor Claudio Dotta – Grazie all’ultima evoluzione, il software TBS (trabecular bone score), è possibile evidenziare anche la microarchitettura dell’osso, in particolare della colonna. Questo, insieme alla densità minerale delle ossa ed alla valutazione clinica del medico, dà un quadro ancora più preciso del fattore di rischio di frattura del paziente. Ripetuto ogni 18 mesi, questo esame permette di tenere sotto controllo la situazione”.  

Prossime data dell’iniziativa  a San Donà di Piave (pomeriggio, mercoledì 5 novembre).

Grazie alla disponibilità e collaborazione della Unità per la diagnosi e la cura dell’osteoporosi del Centro di Medicina, formata dagli specialisti dottor Claudio Dotta e dottoressa Maria Rosa Orlando e dai tecnici radiologi, vengono effettuate una serie di visite ed esami a titolo gratuito.

Info sul sito www.centrodimedicina.com

Social
Altro dal blog
La densitometria ossea, con una dose minima di raggi X, è in grado di confermare un eventuale dubbio diagnostico di fragilità ossea.
A Treviso, Conegliano e Padova i medici si mettono a disposizione per sensibilizzare su una patologia tanto insidiosa quanto sottovalutata.
Il Centro di medicina San Donà si rinnova nell'interno e nell'esterno: una nuova radiologia, spazi ristrutturati, una migliore ecosostenibilità energetica.
A Conegliano, Treviso e Padova, densitometria ossea gratuita per sensibilizzare sulla prevenzione dell'osteoporosi.
In occasione della Giornata Mondiale dell'Osteoporosi, il Centro di medicina offre visite ed esami gratuiti per la prevenzione della salute delle ossa.
AL CENTRO DI MEDICINA L'INIZIATIVA PER IL TERZO ANNO CONSECUTIVO
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 37 | INVERNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico