MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Salute e benessere   Sport  

Corri in Rosa, la corsa delle donne per le donne

Corri in Rosa, la corsa delle donne per le donne

Presentata ufficialmente oggi l'edizione 2016, a San Vendemiano il 20 novembre. Medicina Moderna contribuisce con il numero dedicato alla donna.

Sarà ancora un’edizione record quella della Corri in rosa, la corsa delle donne per le donne. Per l’edizione 2016, in programma domenica 20 novembre a San Vendemiano, hanno già prenotato un pettorale più di 5.000 donne, ma le iscrizioni arrivano di ora in ora sia nella sede di Maratona di Treviso sia online sia tramite la fitta rete dei punti raccolta. L’obiettivo è arrivare a quota 7.000.
 
Anche la terza edizione della corsa ideata da Valerie Delcourt e organizzata dalla società che è alla regia della Treviso Marathon si preannuncia un successo. Soprattutto di solidarietà. Dopo aver donato nel 2015 la cifra record di 30.000 euro all’associazione Fiorot di San Fior, anche quest’anno le donne correranno per la lotta al tumore al seno, finanziando le rate di un mammografo per esami gratuiti acquistato dall’associazione Fiorot. Una corsa unica nel suo genere, non solo per i numeri (tante donne in corsa tutte insieme non si sono mai viste) ma anche per l’impegno economico (mai prima d’ora una corsa ha “comprato” un macchinario medico dal costo di oltre 200.000 euro).
 
In alto: il video della Corri in Rosa 2015 a San Vendemiano (TV)

Questa mattina, nel municipio di San Vendemiano, la presentazione ufficiale alla presenza, tra gli altri, del sindaco Guido Dussin, del vicesindaco Renzo Zanchetta, di Valerie Delcourt, di Aldo Zanetti, amministratore unico di Maratona di Treviso Scrl e di Silvano Fiorot, presidente dell’associazione Renzo e Pia Fiorot.
 
Con la seconda edizione, quella dello scorso anno, abbiamo deciso di prenderci un impegno unico nel panorama italiano, forse mondiale - dice Zanetti - quello di sostenere l'acquisto di un mammografo, un macchinario che costa oltre 200.000 euro. L’anno scorso abbiamo donato 30.000 euro, una cifra record già questa. Un grazie va a tutte quelle donne che hanno corso per le donne che non possono farlo e per portare avanti un messaggio di solidarietà. A loro facciamo un appello, quello di continuare a partecipare e di coinvolgere altre donne per saldare completamente le rate di questo macchinario che sarà utilizzato proprio per la prevenzione del tumore al seno”.
 
Una corsa, la Corri in rosa, che ormai è diventata un simbolo della generosità e della forza delle donne che, quando si uniscono, possono affrontare le sfide più grandi. Le donne dell’edizione 2016 arriveranno da tutta Italia, qualcuna anche dall’estero (una persino dagli Stati Uniti). Insieme hanno trovato la motivazione di correre per dare la dimostrazione che a passi veloci e lenti si può arrivare lontano. Soprattutto se si corre e si cammina insieme.
 
 
Quest’anno ho riscontrato tanta voglia di fare gruppo, tante donne che insieme vogliono vivere un’esperienza bella, tra amiche, tra colleghe, tra mamme - commenta Valerie - per questa edizione si sono formati tanti “team” non solo di amiche nella vita personale, ma anche nelle associazioni, nelle aziende, nelle scuole e negli asili. L’intento è quello di fare del bene, divertendosi. Questa penso sia la formula giusta, perché passando una bella giornata, tra donne, facendo del sano movimento, tutte possono contribuire concretamente ad aiutare altre donne”.
 
Un plauso è arrivato anche dal sindaco Dussin, che fin dalla prima edizione ha sposato al 100% la Corri in rosa, che quest’anno avrà come madrina l’olimpica di Rio 2016, la canottiera coneglianese Alessandra Patelli. “Quest’anno si amplia l’offerta e anche la dimensione della manifestazione - afferma il primo cittadino - noi, come Comune, saremo pronti, con anche la pista del ghiaccio che si vestirà di rosa per l’occasione, ci saranno le casette della ristorazione e anche la giostra, insomma quest’anno ci vestiamo proprio a festa per questo evento davvero spettacolare che dona alla comunità un mammografo”.

Un ringraziamento di cuore è arrivato da Silvano Fiorot. "Oltre al grande aiuto che viene dato alla nostra associazione, per il quale ringrazio in primis Valerie e Maratona di Treviso - sostiene il presidente dell'associazione Fiorot - è importante anche far passare il messaggio che insieme si può fare molto, che lavorare insieme porta risultati, che è fondamentale fare prevenzione. Anche quella che passa attraverso gli esami del mammografo tridimensionale che sarà installato nell'ospedale di Conegliano, con un coinvolgimento di oltre 12.000 donne all'anno nell'ambito di attività di screening dell'Ulss 7".

Grande il coinvolgimento del territorio che ha risposto con entusiasmo all’evento tutto rosa. Tra Conegliano, San Vendemiano, Vittorio Veneto, Treviso, Villorba, Cordignano, Oderzo e Pieve di Soligo sono oltre una quindicina i punti raccolta in negozi, esercizi pubblici e palestre che accetteranno le iscrizioni fino a lunedì 31 ottobre, mentre sarà possibile continuare a iscriversi fino al giorno 8 novembre (o al raggiungimento della soglia di 7.000 iscritte) online tramite il sito di Treviso Marathon, telefonando al numero 0438-413417 o passando direttamente nella sede di Maratona di Treviso in via Martiri delle Foibe 18/B a Conegliano (zona industriale di Scomigo).
 
Per le partecipanti, la possibilità di scegliere nella stessa mattinata dell’evento, uno dei due percorsi, quello di 5 km (che le porterà verso Cosniga, poi fino al confine con San Fior, prima del rientro in via Roma e dunque all'arrivo) o quello di 10 km (da via Roma il tracciato proseguirà verso il Gai, poi in Calpena e, dopo il giro dietro Villa Lippomano, rientrerà a S. Vendemiano).

La partenza è fissata alle ore 10 di fronte al municipio, in via De Gasperi. La quota di partecipazione è di 15 euro per le iscritte dai 6 anni in su, di 8 euro per le bambine sotto i 6 anni. Per le prime 7.000 iscritte saranno garantite la maglietta rosa, da indossare nel giorno della manifestazione, un portascarpe marchiato Karhu e personalizzato Corri in Rosa e un sostanzioso pacco gara (tavoletta Chocomax, bevanda energetica Breakout, braccialetto Energyca, un pacchetto di biscotti Piovesana e vari tagliandi per sconti).
Per informazioni visitare il sito di Treviso Marathon e la pagina Facebook “Corri in rosa”.
 
Foto sopra: i gadget firmati Corri in Rosa che saranno distribuiti nel pacco gara. Insieme a maglietta, portascarpe e molti altri accessori e prodotti, le partecipanti troveranno anche una copia della rivista Medicina Moderna

Accanto a Maratona di Treviso, che ha il patrocinio e il sostegno del Comune di San Vendemiano, ci sono Manuel Caffè, Gibin Profumerie, Mei Srl, Farmacia Life Oderzo, Hacca Kappa, Chocomax Snc, Karhu Italia, Piovesana Biscotti, Centro Frutta Conegliano, Ghizzo Autofficina Srl, Cuzziol Spa, Aliprandi Carburanti, Centro di Medicina, Medicina Moderna, Perlage Srl, Flashcleaner Snc, Feeling Parrucchieri, Latteria Perenzin, Fratelli Amadio, Silca Spa, San Benedetto Spa, Alessandro International Italia, Banca Prealpi, Pro Action, Due Emme Parrucchieri, Fardin Occhiali, Farmacia Carli, Joy Club, Reale Mutua, Estetica My Beauty, Azienda Agricola Le Manzane, Breakout Snc, Bar La Lira, Eurofrutta Srl, Gelateria Dolce Capriccio, Isa's Shop Travel, L'Etoile Sas, Ottica Baccin, Palestra Movy, Papi Caffè, Pizzeria New Dream, Tagli e Dettagli di Egidi William e Gilmatex Srl, oltre ad altri amici che sostengono la Corri in rosa.

Comunicato stampa 27 ottobre 2016
Social
Altro dal blog
La 4° edizione della manifestazione che vede le donne correre per le donne, quest’anno ricorda la mamma stroncata dal male lo scorso 12 agosto.
Appuntamento venerdì 21 luglio 2017 con la corsa notturna non competitiva che attraversa il centro storico di Conegliano. Ristoro e musica in Piazza Cima.
Torna a Conegliano la quarta edizione della tradizionale corsa natalizia per tutta la famiglia, che si terrà domenica 18 dicembre 2016.
Al TEDMED Live si parla di salute, innovazione, open medicine. Anche in chiave ironica, grazie all'intervento di Bertolino e al TG della Salute.
Ancora di più, quest’anno, le partecipanti alla corsa organizzata per sconfiggere il tumore al seno.
Lo scorso anno a S. Vendemiano fu sold-out: in corsa ci furono 8.000 donne per le donne
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico