MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Chirurgia Estetica   Psicologia, psichiatria, sessuologia  

Curare la Ginecomastia

Dott Alessandro Morelli Coghi – Chirurgo plastico
Dott. Alessandro MORELLI COGHI
 13 Settembre 2016

Curare la Ginecomastia

Prima di procedere alla rimozione del cosiddetto 'seno maschile', è innanzitutto fondamentale distinguere tra ginecomastia vera e falsa.

Gli uomini iniziano finalmente ad avvicinarsi alla chirurgia e medicina estetica senza imbarazzo. L’aumento nella richiesta di interventi maschili, novità piuttosto recente, non ha a che fare esclusivamente con il desiderio di piacere di più agli altri ma anche con il (giustificato) bisogno di apprezzare maggiormente sé stessi

Esistono infatti delle problematiche fisiche che, sebbene non invalidanti o con impatti gravi sulla salute, rischiano comunque di creare disagio all’individuo anche da un punto di vista psicologico e che, pertanto, è assolutamente legittimo affrontare con gli strumenti attualmente a disposizione.

Parliamo ad esempio della ginecomastia, ossia la presenza del profilo e del volume mammario nel sesso maschile: una condizione difficile da accettare ma che, fortunatamente, può essere risolta.
 

Come liberarsi dal seno maschile

In caso di ginecomastia vera, ossia in presenza di ghiandola mammaria, potrebbe essere necessaria una vera e propria mastectomia con la rimozione del tessuto in eccesso. A seguire, si procede con una lipoaspirazione di rifinitura sul torace. Se invece si tratta di ginecomastia falsa, si procede solo alla lipoaspirazione.


Come si esegue l’intervento

L’intervento può essere eseguito in Day Surgery, in anestesia di sedazione profonda, con un disagio minimo per il paziente, che poco dopo il risveglio può condurre semplici azioni come alzarsi dal letto e mangiare.


Dopo l’operazione

In genere si consiglia riposo, per almeno una settimana, e astensione dall’attività fisica per circa 20 giorni. Al termine dell’intervento, pur essendo già evidente la riduzione del volume, è necessario indossare un corpetto elastico-compressivo per un periodo non superiore ai 25-30 giorni. Si tratta comunque di un intervento ben tollerato e spesso i pazienti tornano velocemente e con entusiasmo alle loro occupazioni quotidiane, inclusa l’attività sportiva.


L’intervento è definitivo?

Dipende dal tipo di ginecomastia. Qualora si proceda ad un'asportazione del
tessuto ghiandolare per ginecomastia vera, l'intervento è risolutivo. Nel caso il problema sia dovuto ad un eccesso di tessuto cutaneo, se il paziente non rimane stabile con il peso e anzi lo aumenta, è possibile un certo grado di recidiva.

In linea di massima e dopo ogni intervento chirurgico di riduzione di volume, è consigliabile una dieta regolare e un minimo esercizio fisico, per la maggiore stabilità del risultato.


Associazione con altri interventi

Senz'altro può essere eseguita insieme ad altri interventi. Particolarmente nei pazienti ex obesi, tipicamente si esegue il completo rimodellamento corporeo con addominoplastica.
Social
Dott Alessandro Morelli Coghi – Chirurgo plastico
Hai bisogno di un consulto in
Chirurgia Plastica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Alessandro MORELLI COGHI    
Altro dal blog
La Breast Unit diretta dal Dott. Papaccio insieme alla Chirurgia toracica e alla Chirurgia plastica contro una forma tumorale molto aggressiva.
Le garanzie delle moderne tecniche di chirurgia estetica: un risultato naturale, protesi garantite a vita, nessun rischio per gravidanze future.
In caso di familiarità per tumori come il carcinoma della mammella o del colon-retto, la consulenza genetica gioca un ruolo prezioso nella fase di prevenzione.
Il valore fisico e psicologico della conservazione del seno di donne sottoposte a interventi oncologici significativi.
È una novità importante perché permette esami mirati ed elimina le biopsie inutili.
La ricerca di un bambino a volte si rivela un momento difficile per quelle coppie che riscontrano dei problemi nel diventare genitori.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico