MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Radiodiagnostica   Salute e benessere   Tecnologia  

Densitometria Ossea DEXA: il gold standard per l'osteoporosi

Di:
Dott. Paolo NALIN

Densitometria Ossea DEXA

La densitometria ossea, con una dose minima di raggi X, è in grado di confermare un eventuale dubbio diagnostico di fragilità ossea.

Il climaterio, periodo che precede e accompagna la menopausa è un momento delicato per la salute della donna. Oltre ai disturbi di natura ginecologica, infatti, possono manifestarsi sintomi che coinvolgono organi e apparati apparentemente “insospettabili”. Come le ossa, ad esempio, che diventano più fragili a causa degli squilibri ormonali.
 

Cosa succede nel corpo di una donna durante la menopausa?

La menopausa è l'evento fisiologico che nella donna corrisponde al termine del ciclo mestruale e dell'età fertile. La produzione ormonale da parte delle ovaie cessa e non vengono più prodotti gli estrogeni. Tale condizione determina nella donna una precoce sintomatologia vasomotoria il cui sintomo tipico è rappresentato dalla vampata di calore seguita da sudorazione, più frequentemente notturna. Inoltre, si possono presentare disturbi fisici e neurovegetativi quali incremento ponderale, stipsi, secchezza vaginale, cistite, incontinenza urinaria, disturbi psicoemotivi quali irritabilità, affaticamento, depressione, turbe mnesiche, insonnia, risveglio precoce, alterazioni metaboliche quali ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, ipertensione, diabete, patologie osteoarticolari quali dolori muscolari, dolori articolari e osteoporosi.
 

L'osteoporosi è una delle patologie in qualche modo “favorite” dalla menopausa. Come si manifesta?

L'osteoporosi primitiva, legata alla menopausa e quindi alla carenza ormonale, è caratterizzata dalla riduzione quantitativa della massa ossea e da un'aumentata fragilità ossea, alla quale si riconduce un maggior rischio di frattura per traumi minimi o in assenza di traumi. L'osteoporosi, fino ad alcuni anni fa considerata un fenomeno normale dell'invecchiamento, è oggi riconosciuta come una vera patologia che, se non trattata, presenta un'alta incidenza di morbilità e mortalità. La sintomatologia dell'osteoporosi è generalmente silente. Gli unici sintomi possibili sono i dolori localizzati in vari distretti, dovuti a microfratture che spesso vengono attribuite ad artralgie o mialgie. Dopo una certa età e per gravi riduzioni della densità ossea si verificano fratture vertebrali, non vertebrali (omero, polso, costole) e fratture femorali, le più gravi che presentano una grave morbilità e mortalità.
 

Quali sono gli strumenti diagnostici attualmente a disposizione?

La diagnosi di osteoporosi si basa sulla misurazione del contenuto minerale osseo (BMC) e della densità minerale ossea (BMD) in particolari siti scheletrici: femore prossimale e vertebre lombari. La misurazione della densità ossea viene chiamata densitometria ossea o mineralometria ossea computerizzata (MOC). Lo strumento che effettua l'esame è il densitometro a raggi X o densitometro DEXA.
 

Come mai la densitometria ossea DEXA è considerata il Gold Standard per la diagnosi e il monitoraggio dell'osteoporosi?

La densitometria ossea DEXA, meglio nota come MOC, è l'esame diagnostico fondamentale per la valutazione dello stato di salute delle ossa e per la predizione di eventuali rischi di fratture. Essa misura la massa ossea, ovvero la quantità di calcio che conferisce all'osso le proprietà di durezza, resistenza e rigidità. È definita il Gold Standard in quanto esame diagnostico capace di confermare un determinato dubbio diagnostico di fragilità ossea, al quale ogni altro esame deve rapportarsi per avere validità diagnostica. Viene utilizzata una dose minima di raggi X, talmente ridotte che anche le frequenti ripetizioni dell'esame non rappresentano un rischio per il paziente. L'indagine si svolge in 10 minuti, è indolore e non necessita di preparazione.

Altro dal blog
Il 23 settembre è stato annunciato un ulteriore ampliamento che porterà, nel giro di pochi anni, a poter offrire alla cittadinanza padovana un centro di ortopedia da 13mila metri quadri.
Taglio del nastro sabato 23 settembre nella storica sede di Padova. Tra le novità: il nuovo reparto di riabilitazione e la mammografia con tomosintesi.
Il sindaco Cereser, in visita alla sede rinnovata del Centro di medicina San Donà, rimarca l'importanza di fornire servizi di qualità per la salute dei pazienti.
Pazienti e medici di base potranno, tra l'altro, scaricare i referti direttamente dal cloud. Potenziata anche la diagnostica per la prevenzione.
A Conegliano, Treviso e Padova, densitometria ossea gratuita per sensibilizzare sulla prevenzione dell'osteoporosi.
In occasione della Giornata Mondiale dell'Osteoporosi, il Centro di medicina offre visite ed esami gratuiti per la prevenzione della salute delle ossa.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico