MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

La dieta chetogenica

È la novità del momento, e sembra adatta sia al dimagrimento che a scopo terapeutico. Scopriamone le peculiarità.

La dieta chetogenica

La dieta chetogenica è un regime dietetico che induce nell'organismo la produzione di sostanze acide detti corpi chetonici. Questo concetto nacque agli inizi del Novecento per il trattamento dell'epilessia infantile non sensibile alla terapia standard, in quanto sembrava che le crisi potessero essere invece sedate dal digiuno. I corpi chetonici vengono prodotti dal fegato per sopperire alla mancanza di zucchero (glucosio) e diventano il carburante primario dell'organismo, nonostante il meccanismo d'azione reale resti parzialmente sconosciuto.
 


In cosa consiste la dieta chetogenica e quali sono i suoi obiettivi?

Dopo la prima applicazione in campo neurologico, ha trovato applicazione nel campo nutrizionale per la cura dell’obesità e patologie correlate (sindrome metabolica). È un trattamento finalizzato ad un drastico calo ponderale e basato fondamentalmente su una forte restrizione dell’apporto di carboidrati (Very Low Calorie Diet – VLCD: diete fortemente ipocaloriche o fortemente ipoglucidiche ed iperlipidiche).

 

Prevede esami preliminari? Come viene strutturata? 

Come ogni altro tipo di dieta, prevede una diagnosi e una prescrizione medica: va attentamente selezionato il paziente, considerando in primis le controindicazioni, attraverso una scrupolosa anamnesi clinica e alimentare. Inoltre è importante la spiegazione della terapia dietetica, la necessità di somministrare integratori vitaminico-minerali e come monitorare i livelli di chetosi e gli effetti collaterali. È necessario valutare la motivazione, la consapevolezza del paziente (compliance) di intraprendere un trattamento impegnativo, anche se a breve termine. Bisogna effettuare una valutazione dello stato di nutrizione attraverso le metodiche diagnostiche (Plicometria; Bioimpedenziometria e, se possibile, Calorimetria indiretta) ed esami di laboratorio che vadano a completare l’analisi dello stato metabolico del paziente. La terapia andrà modulata, personalizzata e strutturata con il solo utilizzo di alimenti naturali o con l’ausilio di integratori proteici ad hoc costruiti come pasti sostitutivi (buste, barrette) o portate sostitutive (meal replacements), sia dolci sia salati. Un approccio misto o “mitigato”, che prevede l’alternanza dei due regimi, può contribuire a migliorare la compliance e la piacevolezza della dieta proposta. Inoltre, è indicata una supplementazione con bicarbonati di sodio e potassio, polivitaminico standard e omega-3.



 

Si tratta di un regime alimentare che può essere osservato a lungo termine?

È un trattamento dietoterapico a breve-medio termine con 3-4 fasi ognuna della durata in media di 2-3 settimane. La terapia prevede, all’interno di un percorso di riabilitazione nutrizionale del paziente, un riavvicinamento step by step ad un regime dietetico bilanciato ed adeguato di tipo mediterraneo.

 

Non è vero che eliminare i carboidrati è controproducente per la salute?

I carboidrati non sono nutrienti essenziali, in quanto l’organismo è in grado di sintetizzare glucosio a partire dagli aminoacidi e dal glicerolo ed inoltre il fabbisogno energetico può essere soddisfatto da un sufficiente apporto di proteine e grassi. Per i carboidrati, sarebbe più adeguato parlare di “necessarietà” in quanto un apporto adeguato in carboidrati evita un eccessivo catabolismo proteico (distruzione di proteine corporee), un accumulo di corpi chetonici ed una carenza di vitamine, sali minerali e fibra alimentare. Quindi, la riduzione nella dieta chetogenica va considerata solo a scopo terapeutico, prescritta e controllata da un medico al fine di ottenere un’adeguata perdita di peso ed un miglioramento del quadro metabolico.

 
Video correlati
CHIEDI CONSULTO ABBONATI PUNTI DISTRIBUZIONE NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
Ultima uscita
Tutte le uscite
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico