MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Scienze motorie   Sport  

Una nuova cultura dello sport

Di: Dott. Federico PASTEUR

un ciclista con bici da velocità

Il doping è un problema molto diffuso ai nostri giorni, originato da una competitività fuori controllo


Cosa intendiamo quando parliamo di doping


Il doping nasceva, in origine, per ridurre lo sforzo degli atleti durante la competizione, ma nella iper competitiva società odierna non ha tardato a trasformarsi in un'eccessiva ricerca di miglioramento della prestazione sportiva. Il doping, in pratica, consiste nell'impiego di una sostanza o pratica medica non a scopo terapeutico ma per non avvertire il dolore e/o la fatica e permettere all'atleta di gareggiare al meglio o addirittura al di sopra delle sue possibilità.

La “Lista di sostanze e metodi proibiti” è stilata e aggiornata annualmente dall'Agenzia Mondiale Anti Doping WADA. Migliorare il rendimento nel presente per andare incontro a problemi gravissimi in futuro: quali sono i danni dimostrati sul lungo periodo? I danni sono enormi, non solo a lungo termine: l'atleta dopato può essere soggetto a episodi cardiovascolari o infortuni e lesioni muscolari anche durante l'attività fisica, quando il corpo non è pronto a sostenere uno sforzo superiore alle sue potenzialità. I rischi nel lungo periodo sono innumerevoli, principalmente legati all'elevata concentrazione ormonale nelle sostanze dopanti. Un organismo “bombardato” da dosi eccessive di ormoni ha maggiori probabilità di sviluppare, ad esempio, tumori endocrini, patologie dell'apparato cardiovascolare e del sistema nervoso.


Ci viene da pensare che una persona consapevole dei rischi non metterebbe a repentaglio la sua salute. Potrebbe non essere l'atleta il problema?


È anche un problema “culturale”: competitività e aspirazione a prevalere sugli altri sono valori sbagliati. Occorre rivedere il sistema di valori, soprattutto nello sport che per sua natura dovrebbe avere ben altri scopi: la tutela della salute, in primis, e un orientamento al divertimento invece che alla vittoria a tutti i costi. La competizione è l'ultimo degli obiettivi in un sistema sano di educazione allo sport. Anche la responsabilità degli adulti è enorme: dai genitori agli educatori agli allenatori, tutti devono comprendere che sport significa salute, mentre doping equivale al suo esatto contrario.


Come si sradica un problema così diffuso?


Andrebbero limitate le fonti di approvvigionamento di sostanze “particolari”: è possibile che un atleta in un dato periodo possa aver bisogno di un medicinale o altra terapia medica, ma la somministrazione dovrebbe avvenire sotto il rigoroso controllo del medico o comunque su prescrizione medica. Questo non vale, ovviamente, solo per i giovani: anche per gli adulti, è bene ricordare che lo sport fa bene se proporzionato alla propria condizione fisica, età e stato di salute. Troppo spesso, vediamo atleti “maturi” che usano sostanze per migliorare la propria performance in una corsa al superamento dei propri limiti che ha dell'innaturale. Il mio consiglio è: non fatelo, rispettate il vostro corpo e le sue possibilità. Solo così, lo sport potrà darvi benefici e non danni. 
Dott Federico Pasteur - Ortopedico a Treviso e Mestre
Hai bisogno di un consulto in
Ortopedia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Federico PASTEUR    
Altro dal blog
Né più né meno di qualunque altro soggetto, anche per lo sportivo è importante innanzitutto scegliere i giusti nutrienti.
Dolori di difficile comprensione possono influire negativamente sull'attività sportiva. Come agire?
La correlazione esistente tra apparato masticatorio ed equilibrio posturale, particolarmente rilevante nei soggetti sportivi.
Correggere i difetti visivi anche elevati non è mai stato così semplice.
Visita ortopedica, valutazione posturologica e rieducazione funzionale sono il percorso consigliato per risolvere lesioni e traumi anche recidivanti.
Adatta a tutti, la camminata è la nostra assicurazione per star bene e in forma.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico