MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

Estate e pelle, pericolo infezioni

Le infezioni cutanee sono favorite da caldo, umidità e vita all'aria aperta

Estate e pelle, pericolo infezioni
In concomitanza con l’arrivo della bella stagione, vi è un aumento delle patologie dermatologiche che interessano in particolare le zone esposte alla luce, ma non solo. Il sole, quindi, non è l'unico fattore a
cui prestare attenzione: questo periodo è a rischio di infezioni cutanee per le quali è bene adottare alcune misure preventive.

Dottoressa Germi, come mai le infezioni cutanee sono più frequenti in estate?

Il clima caldo-umido, una maggiore esposizione della pelle e le attività svolte all'aria aperta sono tutti possibili fattori scatenanti, soprattutto per i bambini quando giocano in luoghi affollati come spiagge e
piscine, o a contatto con gli animali o la terra. Non è infrequente, ad esempio, che si presentino nei più piccoli impetigine o infezioni da funghi. Altre possibili problematiche, causa di infezione, sono piccole lesioni e punture di insetto.

Quali sono, invece, le problematiche cutanee correlate a caldo e umidità?
Il rischio maggiore è lo sviluppo di micosi (infezioni da funghi), specie a livello plantare negli sportivi e nei lavoratori che usano scarpe antinfortunistiche (il tipico “piede d’atleta”). Altre sedi colpite frequentemente sono le pieghe cutanee, in particolare le pieghe sottomammarie con comparsa di arrossamento, talvolta ragadi e prurito. Anche la Pitiriasi versicolor, infezione micotica caratterizzata dalla comparsa di lesioni rotondeggianti di colore dal bianco al rosa al camoscio su dorso e torace, tende a ripresentarsi in soggetti predisposti con l'arrivo dei primi caldi.

A quali sintomi occorre prestare particolare attenzione, perché più severi di altri?
Gli episodi infettivi si differenziano dalle semplici irritazioni da sudore o esposizione solare perché non scompaiono con l'applicazione di creme lenitive/ emollienti, anzi tendono spesso a peggiorare.
Sospettiamo un'infezione in caso di lesioni arrossate che si sviluppano in sede di pregressi traumi con abrasioni o lesioni localizzate alle estremità (viso, mani e piedi in particolare nei bambini), talvolta con ingrossamento dei linfonodi limitrofi. Attenzione in particolare alle macchie rosse a forma di anello, tendenti ad allargarsi: potrebbe essere la conseguenza di un'infezione da puntura di zecca. Vi sono poi alcune infezioni, non tipicamente legate alla stagione estiva, che possono manifestarsi in questo periodo in quanto facilmente trasmissibili in ambienti acquatici e ad alta frequentazione: le verruche virali da
papilloma virus e i molluschi contagiosi da Pox virus.

Si può usare la “solita pomata” o è meglio rivolgersi sempre a uno specialista?
È sempre meglio evitare il “fai da te” perché in dermatologia le lesioni cutanee si presentano spesso rosse con squame e prurito, per cui si rischia di applicare delle creme non adatte o che addirittura
possono far peggiorare il quadro. Inoltre, nel caso di infezioni particolarmente estese o che interessano zone particolari come il cuoio capelluto e il viso (in caso, ad esempio, di impetigine o tinea corporis/capitis) è necessario intervenire anche con trattamenti per via orale, che vanno prescritti dal medico di medicina generale o dallo specialista dermatologo. Attenzione,
poi, al sole: l'area infetta va medicata e, al tempo stesso, protetta.
 
Video correlati
CHIEDI CONSULTO ABBONATI PUNTI DISTRIBUZIONE NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
Ultima uscita
Tutte le uscite
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico