MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Odontoiatria Estetica  

Estetica dentale: un sorriso armonico, naturale e personale

Dott. Aldo Zupi - Odontoiatria a Conegliano
Dott. Aldo ZUPI
 08 Febbraio 2019

Estetica dentale: un sorriso armonico, naturale e personale

La programmazione computerizzata del trattamento consente di conoscere in anticipo il risultato dell’intervento.

In Estetica molto spesso si crede che esistano “regole auree” che, basandosi su concetti matematici e regole precise, consentano di ottenere sempre un risultato soddisfacente. “Ebbene, non è così. - spiega il dottor Aldo Zupi, specialista dell’odontoiatria del Centro di medicina di Conegliano - In Odontoiatria Estetica, se ci si limitasse a seguire i parametri anatomici classici, si otterrebbero sorrisi sempre uguali e chiaramente artificiali, come sovente si vede in giro”. 

 

Da dove parte la valutazione?

La Natura, ogni giorno, ci insegna che non esistono due soggetti assolutamente uguali e simmetrici e che la bellezza è frutto di un’armonia che contiene anche apparenti irregolarità ed imperfezioni. Il vero obiettivo che l’Odontoiatra deve porsi in Estetica è la creazione di un sorriso che elimini le palesi incongruenze, fonte di disagio per il paziente, e che armonizzi forma e colore dei denti al resto del volto ed allo spirito che il paziente sente di avere.

 

Come si realizza una bellezza armonica?

La capacità di percepire e valutare la bellezza è innata. Tutti noi ne siamo dotati, seppure con diverse sfumature. Trasformare, però, questa percezione ed essere in grado di comprendere quali “cambiamenti” migliorino l’aspetto non è semplice e l’esperienza ci mostra che non è assolutamente alla portata di tutti.

La valutazione “professionale” dell’affascinante gioco di equilibri ed armonie che si stabilisce tra denti, gengive, labbra e viso di una persona richiede profonde conoscenze ed altrettanto profonde sensibilità. 



 

Qual è il vostro obiettivo?

Il nostro team di Odontoiatria Estetica è composto da specialisti che conoscono, non solo i principi fondamentali dell’Estetica e dell’Odontoiatria, ma anche, e forse soprattutto, i principi della Psicologia della percezione di sé e degli altri e come quest’ultima si modifichi nel tempo. Queste competenze permettono di creare o ricreare un sorriso armonico, ma soprattutto naturale e personale.

 

Quali sono gli strumenti da mettere in opera?

Gli strumenti “tecnici” e “tecnologici” che consentono l’ottenimento del risultato sono numerosi e vanno utilizzati in maniera mirata ed appropriata. Tutti, ormai, conoscono le tecniche di sbiancamento dentale. Queste permettono di recuperare un colore sano e giovane anche dopo anni di fumo e … pigrizia. Pazienti con situazioni più complesse possono ricorrere all’applicazione di faccette estetiche. Queste consistono in sottili lamine di ceramica od altri materiali che cementate ai propri denti ne possono correggere forma e dimensioni. 

La tecnica non è traumatica e può “radicalmente” modificare un sorriso causa di disagio. Affollamenti dentari sono corretti con ortodonzia invisibile e non fissa, grazie all’uso di mascherine mobili e trasparenti.

 

Come si prevengono le incertezze sui risultati finali?

La programmazione computerizzata del trattamento consente di conoscere in anticipo il risultato dell’intervento senza creare false aspettative e permettendo di personalizzare al massimo gli obiettivi.

Social
Dott. Aldo Zupi - Odontoiatria a Conegliano
Hai bisogno di un consulto in
Odontoiatria
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Aldo ZUPI    
Altro dal blog
Il sorriso è il tuo primo e miglior biglietto da visita, dicono. Ma se i denti non sono perfetti, sorridere potrebbe farti sentire a disagio.
Una dentatura sana e funzionale, ma anche un ottimo risultato estetico. È possibile grazie a nuovi materiali e tecniche all'avanguardia.
Diarrea e stitichezza possono essere sintomi occasionali e di scarsa rilevanza ma possono anche rappresentare dei campanelli di allarme.
Un'apparecchiatura che rappresenta oggi l'avanguardia nella diagnosi precoce del tumore al seno: è la seconda generazione della tomosintesi
L'attrattiva di una carriera professionale sportiva può indurre i giovani atleti a seguire allenamenti intensivi che spesso potrebbero essere considerati estremi anche nel caso di atleti adulti.
Due approcci terapeutici, che uniscono la medicina convenzionale con le millenarie discipline orientali.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico