MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Salute e benessere  

Gastroenterologia: con la respirazione migliori la malattia da reflusso

Dott Renato Follador - Gastroenterologo
Dott. Renato FOLLADOR
 06 Febbraio 2019

Gastroenterologia: con la respirazione migliori la malattia da reflusso

Una via naturale ed efficace per alleviare la sintomatologia tipica della malattia.

Ormai in molti conoscono la malattia da reflusso e i suoi sintomi caratteristici quali bruciori allo stomaco (tecnicamente definiti pirosi), eruttazioni, bruciori di gola, abbassamenti di voce (disfonia), tosse secca ma pochi sanno che oltre alle classiche terapie c’è un metodo naturale che può essere davvero un valido aiuto.

 

Quali sono le terapie per questa patologia?

Generalmente i classici sintomi vengono trattati con degli anti secretivi, volgarmente chiamati ‘protettori gastrici’, i quali agiscono diminuendo la produzione d’acido da parte dello stomaco, riducendo conseguentemente anche le sintomatologie sopra elencate. Ciò che non tutti però sanno è che migliorando la respirazione, adottando quella diaframmatica, spesso si ottengono risultati, talvolta anche maggiori, della terapia farmacologica, soprattutto per chi soffre di fastidiose eruttazioni.

 

Può spiegarci meglio in che modo la respirazione è efficace nel trattamento della malattia da reflusso?

Bisogna re-imparare a respirare col diaframma. Lo si può fare spingendo in fuori la pancia quando inspiriamo ed in dentro quando buttiamo fuori l’aria. 

Nel nostro inconscio educativo, questo movimento è considerato poco estetico (pancia in dentro petto in fuori), così generalmente respiriamo con i muscoli del torace. Questi sono muscoli accessori nella respirazione, aiutano solo, perché i polmoni si espandono molto di più con il diaframma, cioè con la pancia. Utilizzando i muscoli accessori il respiro è più superficiale, c’è un minor scambio di aria in entrata e una minore emissione di anidride carbonica, i polmoni non si espandono (aprono) del tutto. In pratica più ossigeno entra e più anidride carbonica viene eliminata.

Ora sappiamo che la respirazione diaframmatica non solo infonde un senso di rilassamento e benessere, ma riduce anche le eruttazioni e migliora la malattia da reflusso. Già dopo un mese di esercizi costanti si nota un miglioramento dei sintomi e il suo effetto è persistente nel tempo.

 

Quale suggerimento si sente di dare a chi soffre di questa patologia?

Senz’altro di fare “esperienza” personale dei vari presidi terapeutici attualmente disponibili. Provando e riprovando farmaci e metodi di somministrazione si possono avere delle indicazioni più valide di quelle standard, con un miglior controllo dei sintomi. Per esempio si può verificare la mezza dose, la somministrazione nel week-end (venerdì, sabato e domenica), la riduzione o l’abolizione di alcuni alimenti nei momenti di maggior fastidio della malattia e la respirazione diaframmatica appunto. In questi casi una visita potrebbe servire a rasserenare, migliorare la somministrazione dei farmaci ed insegnare i principi della respirazione diaframmatica.

Social
Altro dal blog
MALATTIE INFIAMMATORIE DELL'INTESTINO
MEDICINA MODERNA TORNA IN TV
LA POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA
Alcune condizioni predisponenti favoriscono l'insorgenza di calcoli alla cistifellea, piccoli sassolini spesso originati da depositi di colesterolo.
In che modo una rapida perdita di peso può favorire i calcoli biliari, o calcoli alla cistifellea, e per quale motivo?
Durante le festività, è difficile stare a dieta. Tuttavia, trovare un equilibrio tra i vari momenti conviviali ci aiuta a stare meglio.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico