MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bambini   Neurologia-endocrinologia-medicina nucleare   Pediatria   Psicologia, psichiatria, sessuologia  

I deficit cognitivi nel bambino

Di:
Dott. Matteo SIGNORINI

I deficit cognitivi nel bambino

Difficoltà di attenzione e di apprendimento possono avere conseguenze sul rendimento scolastico e sull’autostima.

Lo studio delle funzioni cognitive è applicabile anche in età pediatrica, sia in caso si manifestino dei disturbi dell’apprendimento sia quando i deficit cognitivi sono dovuti a danni cerebrali acquisiti.
 

Neuropsicologia e valutazione neuropsicologica

La neuropsicologia è una disciplina scientifica che si occupa dello studio delle funzioni cognitive, ovvero memoria, attenzione, linguaggio (scrivere, parlare, leggere, capire), capacità di ragionamento, abilità visuo-costruttive e così via. La valutazione neuropsicologica verifica l'integrità di queste funzioni, solitamente negli adulti con un danno cerebrale o decadimento cognitivo, e permette la stesura di programmi riabilitativi mirati.
 

Valutazione neuropsicologica nei bambini

La neuropsicologia dell’età evolutiva e dell’adolescenza trova una larga applicazione, ad esempio, nella valutazione di quei bambini o ragazzi che, pur avendo capacità intellettive adeguate, mostrano un funzionamento cognitivo diverso dalle aspettative, con conseguenze sul rendimento scolastico, e talvolta importanti ripercussioni anche sull'autostima.

Alcuni bambini, infatti, possono presentare difficoltà di concentrazione o di attenzione, di organizzazione del materiale da studiare, con conseguenti scarsi risultati nello studio o nella capacità di apprendere e ricordare le nozioni. In altri casi, invece, si osservano specifiche difficoltà di lettura, o di scrittura, o di calcolo, e si possono riscontrare i cosiddetti Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) come la dislessia evolutiva, la disortografia, la disgrafia, la discalculia.
 

Migliorare le prestazioni cognitive del bambino

Secondo i casi, si può aiutare il ragazzino a migliorare le sue prestazioni cognitive, attraverso una vera e propria riabilitazione, o lavorare sulle sue capacità di organizzazione strategica dello studio e sulla motivazione. Nel trattamento di un Disturbo Specifico dell'Apprendimento vengono proposti programmi riabilitativi adeguati, e strumenti di compensazione delle difficoltà accanto ad un eventuale intervento logopedico. Gli interventi forniscono anche strumenti idonei ai genitori, istruendoli e informandoli affinché possano a loro volta aiutare i figli in modo efficace.


In caso di disturbi cognitivi più complessi

Esistono bambini che presentano disturbi cognitivi a causa di un danno cerebrale acquisito (trauma cranico, alcuni casi di epilessia ecc.): queste situazioni vanno discusse caso per caso, in modo ovviamente differente dai disturbi dell'apprendimento e prevedono approcci riabilitativi multidisciplinari specifici.
Altro dal blog
Il ristagno di lacrime può essere indice di ostruzione delle vie lacrimali. Un trattamento adeguato consente di prevenire serie infezioni.
Tra le possibili cause si possono individuare infiammazioni acute, allergie e malformazioni congenite.
L’arrivo di un bebè porta con sé sconvolgimenti non solo per la neomamma, ma anche per la coppia.
GLI ESAMI DA FARE E L’ASPETTO PSICOLOGICO
Grazie alle agevolazioni previste dalla legge 170/2010, il bimbo con DSA viene posto nelle condizioni di coltivare la sua motivazione a imparare.
Con il Prof. Henrique Martins da Cunha, ha scoperto la relazione tra dislessia e deficit posturale, e introdotto il trattamento con prismi percettivi attivi.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico