MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Medicina generale   Salute e benessere  

INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO

IN AUMENTO NEL 2011


 

INFORTUNI: Cinque quelli mortali (erano stati 4 nel 2010 e 1 nel 2009) sui 61 su cui hanno  indagato gli ispettori dello Spisal. Maglia nera l’agricoltura, con tre decessi, seguita da edilizia (1) e comparto plastica (1).  “Gli infortuni registrati nel comparto agricolo sono legati al mancato rispetto delle norme e, in particolare, al mancato adeguamento dei trattori, spesso sprovvisti di rollbar (telaio di sicurezza) e cinture di sicurezza - sottolinea il dott. Giovanni Moro, responsabile del Servizio per la Prevenzione e la Sicurezza negli Ambienti di Lavoro -. Abbiamo avviato un importante lavoro di sensibilizzazione degli agricoltori, spesso pensionati che lavorano il proprio fondo e che ritengono un investimento troppo oneroso la messa  a norma dei vecchi trattori”.   
 
ATTIVITA’ ISPETTIVA 2011: “Complessivamente le aziende ispezionate nel 2011 sono state 483, contro le 466 dell’anno precedente. Nel 2011 abbiamo dedicato particolare attenzione all’edilizia - spiega Moro -, comparto nel quale abbiamo effettuato 251 controlli, contro i 185 del 2010. Abbiamo svolto, in particolare, 37 controlli sull’attività di bonifica dei tetti in eternit, attività che spesso comporta rischi di infortunio da caduta dall’alto e determina un certo grado di allarme sociale, creato dalle preoccupazioni per l’ambiente. Sono aumentati inoltre - prosegue Moro - i sopralluoghi nelle aziende a tutela delle lavoratrici madri, passati da 52 a 77. L’aumento è dovuto principalmente al fatto che le procedure amministrative legate al riconoscimento del diritto della donna lavoratrice a fruire dell’astensione anticipata dal lavoro dall’agosto 2011 sono passate, per accordi regionali, dallo Spisal alla Direzione Territoriale del Lavoro. Per facilitare ad aziende e lavoratrici il corretto utilizzo delle nuove procedure, negli ultimi mesi dell’anno sono stati effettuati numerosi sopralluoghi in aziende con lavoratrici madri, per assistere i datori di lavoro nell’identificazione dei rischi lavorativi per le lavoratrici e nell’espletamento delle nuove procedure”.
 
INFRAZIONI: In 134 casi (159 nel 2010) gli ispettori dello Spisal hanno riscontrato, nel corso dei sopralluoghi effettuati, infrazioni della normativa sulla sicurezza e salute sui luoghi di lavoro. I proventi per il pagamento alla Regione delle sanzioni sono ammontati a 159.350 euro (163.750 nel 2010).
 
ATTIVITA’ ISPETTIVA 2012: Il comparto su cui lo Spisal si concentrerà nel 2012 sarà, oltre all’edilizia, l’agricoltura, in cui il campo degli obblighi di sicurezza si è esteso con il DLgs 81/08 anche ai coltivatori diretti e in cui il numero d’infortuni gravi e mortali è sempre elevato. “Effettueremo inoltre controlli nel comparto del legno, da sempre una colonna portante dell’economia dell’Ulss7”,  anticipa Moro. 
 

 

Social
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico