MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Chirurgia Estetica   Salute e benessere  

L’intervento di otoplastica: correggere le orecchie a ventola senza lasciare segni

Dott. Alessandro Gatti - Chirurgo Estetico a Verona
Dott. Alessandro Gatti GATTI
 18 Marzo 2019

L’intervento di otoplastica: correggere le orecchie a ventola senza lasciare segni

Una tecnica innovativa che permette di evitare punti di sutura e il rischio di recidive nel corso degli anni.

Per molti rappresentano un disagio, che ne tempo può addirittura trasformarsi in una forte insicurezza: stiamo parlando delle orecchie a ventola.

Se da un lato la correzione è possibile grazie all’intervento di otoplastica, dall’altro bisogna anche dire che questo intervento non garantisce un effetto definitivo e può causare fastidi dovuti ai punti di sutura. Ma oggi, c’è una novità importante che si presta ad essere impiegata anche per i più piccoli. Approfondiamo questa opportunità con il Dottor Alessandro Gatti, chirurgo plastico.

 

Per una piccola premessa, in cosa consiste effettivamente l’intervento di otoplastica?

Diciamo che corregge essenzialmente due problematiche del padiglione auricolare che determinano le cosiddette “orecchie a ventola”: la prima è un’ipertrofia della conca, ovvero una maggior grandezza della conca cartilaginea al cui centro sbocca il condotto uditivo esterno, la seconda è la mancanza dell’antielice, ovvero quella piega a convessità anteriore che nella metà superiore dell’orecchio segue parallelamente il bordo esterno-superiore dello stesso.

 

Parliamo invece della sua innovativa tecnica, in cosa consiste e come mai ha un impatto così “leggero”, rispetto al tradizionale intervento?

Bisogna premettere che il padiglione auricolare è costituito da cartilagine, un tessuto denso e compatto ma plasmabile ed è su questo che si basa la tecnica di otoplastica da me utilizzata. Principalmente consente appunto di plasmare, secondo i desideri e le necessità, la cartilagine senza lasciare o dover posizionare punti di sutura permanenti o senza dover ridurre il solco auricolare posteriore fissando, come ancora avviene, una buona parte della parete posteriore del padiglione auricolare al cranio, per cui diventa praticamente impossibile indossare i vecchi Ray-Ban con la stanghetta a ricciolo. In pratica questa innovativa tecnica, che rappresenta un’evoluzione della Crikelaire, prevede un “semplice” rimaneggiamento della cartilagine. 



 

È necessaria qualche particolare preparazione o prestare qualche accortezza successiva all’intervento? 

Questa tecnica richiede solo un’anestesia locale con leggera sedazione, non bisogna fare alcun tipo di trattamento prima. Per quando riguarda il post andrà portata una fascia elastica contenitiva per 12 giorni 24h su 24, poi altri 12 giorni solo di notte, la piccola cicatrice posteriore è invisibile. 

 

Bisognerà aspettare di togliere la fascia per avere i cambiamenti?

Assolutamente no, è evidente fin da subito il risultato ottenuto.


Social
Altro dal blog
Chi decide di sottoporsi a un intervento di rimodellamento del naso, lo fa in genere per ragioni estetiche o per disturbi della funzionalità respiratoria.
Nuove tecniche miniinvasive sono a disposizione del paziente che soffre di vene varicose: la radiofrequenza, ad esempio, si può applicare nel 60-70% dei casi.
Innanzitutto il concetto di bellezza
Il facelift è il modo più duraturo ed efficace di ringiovanire il volto mantenendone la fisionomia e l'espressività.
Cosa può fare per me la chirurgia plastica?
La soluzione a un inestetismo che può, purtroppo, avere un impatto psicologico notevole su chi ne soffre
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico