MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Medicina generale   Salute e benessere  

L'INSONNIA NON DORME MAI

È UNA PATOLOGIA H24


Anche se è fastidiosa nelle ore notturne, l'insonnia è una condizione che dura 24 ore. Chi soffre della forma cronica della patologia ha un cervello che resta sempre "acceso". Secondo gli esperti, però, ci sarebbe anche il vantaggio di maggiore flessibilità e adattamento ai cambiamenti rispetto a chi dorme senza problemi.

Lo rivela uno studio realizzato dall'Università Johns Hopkins e pubblicato su Sleep. Disturbo h24 - Rachel Salas, responsabile dello studio, ha spiegato: "L'insonnia non è un problema "notturno" ma una condizione cerebrale che dura 24 ore su 24, come una luce sempre accesa". Analizzando l'attività cerebrale di 28 soggetti adulti volontari, di cui 18 con insonnia cronica, i ricercatori hanno scoperto inoltre che la corteccia motoria - la parte del cervello coinvolta nel controllo dei movimenti volontari - dei soggetti insonni risulta più plastica, ossia più adatta ai cambiamenti. Questi pazienti hanno evidenziato anche una maggiore eccitabilità dei neuroni.

Tali dati, secondo gli esperti, aggiungerebbero nuove conferme al fatto che gli insonni siano in costante stato di sovraccarico nell'elaborazione delle informazioni. Maggiore attività neuronale - Secondo i ricercatori, l'origine dell'aumento della plasticità cerebrale negli insonni resta poco chiara. Non si riesce ancora a stabilire se sia proprio questa maggiore attività neuronale la causa del disturbo. La scoperta potrebbe, però, suggerire nuovi approcci per sviluppare trattamenti per un disturbo che colpisce, in forme più o meno gravi, circa il 10-15% della popolazione italiana.

 

© tgcom | foto: yourself

Social
Altro dal blog
Più che un disturbo, una vera patologia, ma l'odontoiatra può aiutarvi a trovare una soluzione.
'Seasonal Affective Desorder' è il nome della malinconia post ferie che, tra i sintomi più tipici, comprende un aumento dell’appetito e, di conseguenza, del nostro peso.
CONSIGLI PRATICI PER FAVORIRE UN BUON DORMIRE E LIBERARSI DALL'ANSIA
UNO STUDIO HA CONFRONTATO LA QUALITÀ DEL SONNO CON I TIPI DI CARBOIDRATI ASSUNTI
Comune nella popolazione maschile e femminile, il russamento non rappresenta di per sé un problema, a meno che non sia sintomo di disturbi come l'OSAS.
ACCESSORI POSIZIONATI SUL COMODINO E SUL CUSCINO PER VALUTARE IL RIPOSO
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico