MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Chirurgia Estetica  

L’intervento di addominoplastica: Il rimodellamento della regione addominale

Dott.ssa Michela Salmaso - Chirurgo Plastico
Dott.ssa Michela SALMASO
 10 Giugno 2019

L’addominoplastica permette sia di rimuove l’eccesso di cute e grasso sia di tonificare i muscoli addominali

L’addominoplastica è la miglior alternativa per ridonare all’addome la tonicità perduta a causa di obesità, gravidanze o semplicemente con il passar del tempo.
Con la Dottoressa Salmaso approfondiamo alcuni aspetti di questo intervento.

Per quali motivi sottoporsi all’intervento?

L’addominoplastica consente di appiattire un addome prominente, eliminando il tessuto adiposo e la cute in eccesso, ridando tonicità alla muscolatura. La dieta e l’esercizio fisico da soli non possono produrre tale risultato poiché questa situazione è spesso accompagnata dall’allontanamento dei muscoli addominali fra loro e dall’indebolimento della parete addominale.

 

Come si esegue l’addominoplastica?

Si inizia praticando un’incisione appena sopra la linea pubica. La cute e il grasso sottocutaneo vengono sollevati dai piani sottostanti, stirati verso il basso, l’ombelico trasposto nella sua nuova posizione e l’eccesso di tessuto viene asportato. Si interviene poi sulle fasce muscolari che vengono riavvicinate e ancorate con una plastica. Nella mini-addominoplastica, indicata per eccessi di tessuto solo sotto ombelicali, l’ombelico non viene trasposto. 

Il risultato può ritenersi stabile nel tempo? 

Il risultato dell’intervento è permanente, nel senso che il tessuto asportato non si riforma. Chiaramente con il passare degli anni i normali processi d’invecchiamento cutaneo, gravidanze e stili di vita non corretti possono comportare una nuova alterazione della parete addominale.

 

Quale tipo di anestesia viene richiesta per questa operazione?

L’intervento viene eseguito in anestesia generale o, nei casi minori, in anestesia spinale selettiva con sedazione profonda.

 

Che convalescenza è necessaria e di che tipo di assistenza c'è bisogno nel post operatorio?

La ripresa post operatoria è praticamente immediata e il paziente potrà camminare già dopo un paio d’ore dall’intervento. I primi giorni si dovrà proseguire l’assunzione di antibiotici ed antidolorifici e i punti di sutura verranno rimossi dopo 15 giorni. Per la prima settimana si dovrà stare prevalentemente a riposo con solo attività domestiche leggere, per poi aumentare gradualmente le attività consuete e sociali. 
 

Social
Dott.ssa Michela Salmaso - Chirurgo Plastico
Hai bisogno di un consulto in
Chirurgia Plastica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott.ssa Michela SALMASO    
Altro dal blog
Fondamentali per tutto l'organismo ed aiutano anche a mantenere la pelle e i capelli sani
Una nuova metodica ambulatoriale nata per l’utilizzo proprio in medicina estetica, in uno di quei trattamenti solitamente indicati come “di pausa pranzo”
Approcci medici considerati diversi ma forse non lo sono così tanto nella realtà.
Succede frequentemente ma non è una patologia ancora così nota e diagnosticata
Oggi esiste una straordinaria metodica non chirurgica in grado, in una sola seduta, di eliminare il grasso localizzato.
Se eseguito correttamente, il trattamento con la tossina botulinica è il più sicuro in medicina estetica.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico