MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Scienza dell'alimentazione  

LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dott.ssa Anna Rita Proietti – Nutrizionista
Dott.ssa Anna Rita PROIETTI
 22 Settembre 2014

Una sana e corretta alimentazione contribuisce al benessere dell'individuo e riduce il rischio di patologie correlate.


Nei paesi industrializzati è aumentata la prevalenza di malattie correlate all’alimentazione quali diabete, malattie cardiovascolari e tumori. È necessario quindi, divulgare i principi di una sana e corretta alimentazione ed orientare la popolazione verso comportamenti alimentari più salutari. Lo strumento che meglio si adatta a questo obiettivo è la Piramide che, con la sua forma geometrica, dà immediate indicazioni facilmente comprensibili e percepibili da tutti.


Dottoressa Proietti, come si legge la piramide alimentare?
Rivolta a tutti gli individui di età compresa tra i 18 ed i 65, propone uno stile di vita che si articola su diversi livelli: salendo da un livello all’altro si trovano gli alimenti a maggiore contenuto calorico da consumare con minore frequenza ed in minore quantità. Al primo livello troviamo il gruppo dei cereali e derivati, preferibilmente integrali, ed il gruppo della frutta e verdura. Salendo ancora troviamo il gruppo del latte e derivati, olio d’oliva, frutta a guscio, spezie ed erbe aromatiche. All’apice troviamo pesce, legumi, uova, pollame, salumi, carne rossa e dolci.. 

E come posso applicarla nella mia quotidianità?
Alternare i diversi cibi permette di apportare i nutrienti necessari al mantenimento di un buono stato di salute. Il gruppo dei cereali e derivati ed il gruppo della frutta e verdura devono essere consumati in modo variato in tutti i pasti della settimana. Il gruppo del latte e derivati, olio d’oliva, frutta a guscio, spezie ed erbe aromatiche, utili per insaporire i cibi e ridurre il consumo di sale, vanno consumati tutti i giorni, ma non necessariamente ad ogni pasto. Gli alimenti dell’ultimo livello sono da consumare nell’arco della settimana, variando di volta in volta la composizione del pasto: pesce e legumi due o più porzioni a settimana, uova due - quattro porzioni a settimana, pollame una - due porzioni a settimana, salumi una porzione a settimana, carne rossa e dolci due porzioni o meno a settimana.

È vero che esistono diversi modelli di piramide alimentare?
Vista la sua semplicità grafica e comunicativa, la piramide è stata spesso utilizzata come strumento divulgativo per indicazioni e linee guida in ambito nutrizionale. Esistono numerosi modelli di piramide adattati ai diversi regimi alimentari: la piramide della dieta mediterranea, appena descritta, la piramide alimentare vegetariana e tante altre come ad esempio negli Stati Uniti, dove vista la multietnicità della società, l’Oldways Preservation ha messo a punto modelli collegati alle esigenze alimentari e culturali di diversi gruppi etnici (africani, asiatici e ispanoamericani). Tornando alla dieta vegetariana, è fondamentale assumere diverse varietà di cibo, garantendo il corretto apporto proteico. La piramide vegetariana suggerisce infatti: ad ogni pasto il consumo di frutta, verdura, legumi e cereali; giornalmente il consumo di oli vegetali, frutta a guscio e semi, l’albume dell’uovo e prodotti caseari e, settimanalmente, uova intere e dolci. Come riportato in diversi studi, se tale regime alimentare viene correttamente seguito è in grado di apportare tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un buono stato di salute.
 


Leggi anche:
> Sugo al Pomodoro per un Cuore Sano
> Dieta Mediterranea (allunga la vita)
> Dietologia | Alimentazione e Rischio di Cancro
Social
Altro dal blog
Appuntamento giovedì 14 novembre al Centro culturale De André, piazza IV Novembre
Avvicinandosi alla menopausa è fondamentale porre attenzione alla propria alimentazione per prevenire o minimizzare alcuni disturbi che possono insorgere.
Se l'obesità è una malattia cronica, dobbiamo trattarla come una malattia cronica.
Per il raggiungimento del peso senza intaccare la massa muscolare
Le verdure a foglia verde rappresentano una straordinaria risorsa nutrizionale con un contenuto calorico bassissimo.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico