MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ginecologia-ostetricia e urologia   Psicologia, psichiatria, sessuologia   Salute e benessere  

Le cause dell'eiaculazione precoce

Dott. Massimo Capone - Urologo e Andrologo a Treviso
Dott. Massimo CAPONE
 02 Settembre 2015

Vari fattori entrano in gioco nelle disfunzioni di natura sessuale nell'uomo. Indagare dal punto di vista psicologico e fisico è indispensabile per una corretta diagnosi mirata alla risoluzione del disturbo.

Le cause dell'eiaculazione precoce possono essere psicologiche e, più raramente, fisiche. Nella maggior parte dei casi essa è dovuta alla ritardata o incompleta acquisizione del meccanismo di controllo, la cosiddetta competenza eiaculatoria; fenomeni d’infiammazione all’interno delle vie seminali possono far comparire improvvisamente il disturbo in soggetti precedentemente normali.

Frequentemente l’eiaculazione precoce è indotta da stati di ansia.
Data la variabilità e la complessità dei quadri clinici la valutazione da parte dello specialista uro-andrologo è indispensabile: alla raccolta delle informazioni utili si associa un attento esame clinico per stabilire l’esistenza di patologie organiche o condizioni anatomiche responsabili direttamente o indirettamente di eiaculazione precoce.

Lo studio ecografico delle vie seminali e i test microbiologici e neurofisiologici possono essere utilizzati nei casi dubbi.


Hai dubbi o quesiti personali sul tema? Scrivi al Dott. Capone: massimo.capone@medicinamoderna.tv.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MEDICINA MODERNA
Social
Dott. Massimo Capone - Urologo e Andrologo a Treviso
Hai bisogno di un consulto in
Urologia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Massimo CAPONE    
Altro dal blog
Abbiamo indagato questa patologia dell’apparato genitale maschile con il dott. Massimo Capone, membro della Società Italiana di Andrologia, della Società Italiana di Urologia, dell’European Association of Urology, dell’European Society of Sexual Medicine.
La migliore soluzione alla disfunzione erettile causata dall’intervento di prostatectomia radicale
L’impianto di una protesi peniena consente riabilitazione sessuale del paziente affetto da disfunzione erettile grave nei casi non responsivi alla terapia orale e locale.
Forse è ancora presto per dire addio al Viagra, ma di certo le onde d'urto rappresentano un'importante novità per il trattamento della disfunzione erettile.
La soluzione è la protesi, che può essere malleabile o idraulica.
Diverse soluzioni per esigenze differenti, nel panorama della medicina sessuale maschile.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico