MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

Mal di Schiena, le cause più comuni

Traumi, stenosi, discopatie, ernie, osteporosi: lo stress alla colonna vertebrale, con conseguenti dolori più o meno gravi, si manifesta in diversi modi.

Mal di Schiena, le cause più comuni
La colonna vertebrale è la complessa struttura che ci permette di mantenere la stazione eretta, di muoverci e camminare. Nell'espletare queste funzioni fondamentali, essa è continuamente sottoposta a stress meccanici che, a lungo andare, possono favorire l'insorgenza del mal di schiena così come di patologie vertebrali più severe.

Quali sono, esattamente, le cause dei dolori vertebrali?
 

Traumi e distrazioni a muscoli e legamenti 

che sorreggono la colonna vertebrale, per sovrappeso, cattiva postura, sollevamento di pesi.
 

Spondilolistesi degenerativa

Un movimento anomalo tra le vertebre conseguenza dell’artrosi, che può comportare lo scivolamento di una vertebra rispetto a un’altra, con intrappolamento o stiramento dei nervi spinali.
 

Stenosi

Si verifica quando si riduce lo spazio attorno al midollo spinale. Questo provoca compressione sul midollo spinale stesso e sulle radici nervose. Il sintomo principale è la “claudicatio spinalis”, ovvero difficoltà a camminare e il doversi addirittura fermare dopo un breve tragitto, per l’aggravarsi dei sintomi dolorosi che si irradiano dalla regione lombare agli arti inferiori.
 

Discopatia degenerativa

Con il passare degli anni, i dischi intervertebrali vanno incontro a fenomeni degenerativi. Nei casi più gravi possono collassare provocando anche la degenerazione delle articolazioni intervertebrali, con dolore persistente ed inabilità.
 

Ernia discale

Quando il disco si rompe ed il contenuto fuoriesce nel canale vertebrale, provocando compressione del midollo spinale e delle radici nervose. Il sintomo classico in questi casi è la lombosciatalgia, cioè un dolore irradiato dalla schiena fino al piede, spesso molto violento ed invalidante.
 

Fratture osteoporotiche

Nei pazienti anziani affetti da osteoporosi, anche in assenza di traumi evidenti le vertebre possono facilmente rompersi e “crollare” a uno o più livelli, provocando una sintomatologia dolorosa molto invalidante.
 
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico