MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Dermatologia   Dermatologia e Medicina Estetica   Salute e benessere  

Mare, sole, abbronzatura e...quelle macchie bianche sulla pelle

Con l'estate, la pelle si abbronza regalandoci un colorito dorato. A volte, però, compaiono delle antiestetiche macchie bianche sulla pelle.

Con l'estate, il caldo ed il sole la pelle si abbronza regalandoci un colorito dorato. Tuttavia sono in molti a riscontrare, proprio con l'abbronzatura, la comparsa di macchie solari, in particolare piccole macchie bianche sulla pelle che creano un effetto a "pois" o a "cartina geografica", decisamente antiestetico.

Ma di cosa si tratta?
Innanzitutto è bene non creare allarmismi, le macchie bianche a livello cutaneo possono essere scaturite da vari fattori come una scottatura della pelle o una carenza di melanina. Tuttavia, se avete escluso a priori queste cause, le piccole macchie bianche sulla pelle potrebbero essere il frutto di una micosi che va sotto il nome di Pitiriasi Versicolor ma che è meglio nota come "fungo di mare".


Quando le macchie della pelle sono frutto della Pitiriasi Versicolor
Se, specie durante o dopo l'estate, sulla pelle iniziano a comparire delle chiazze chiare rispetto al colore della carnagione e se queste non sono imputabili a delle scottature o ad altre cause ben identificabili (allergie, mancanza di melatonina etc.), allora potreste aver contratto una delle più diffuse micosi fungine della pelle, la Pitiriasi Versicolor. La malattia è definita anche come fungo di mare poiché si manifesta proprio durante i mesi estivi, ma generalmente l'infezione è già da tempo presente sulla pelle ed il sole ha la sola funzione di evidenziarne le zone colpite. Questo perché la Pitiriasi Versicolor è causata da miceti (funghi) normalmente presenti sulla cute che in condizioni di caldo, umidità o abbassamento delle difese immunitarie, proliferano determinando delle piccole macchie bianche sulla pelle.

Diagnosi e terapia della Pitiriasi Versicolor - Utili indicazioni per combattere la micosi
La diagnosi della micosi è spesso semplice, infatti le chiazze dovute alla Pitiriasi Versicolor hanno una dimensione che varia dai pochi millimetri al centimetro di diametro, non sono pruriginose e col passare del tempo si estendono assumendo un aspetto tipico che ricorda di molto una cartina geografica. Se pur non contagiosa o pericolosa, la Pitiriasi Versicolor rimane comunque una condizione fortemente antiestetica, pertanto la terapia è volta soprattutto ad a eliminare le piccole macchie bianche e migliorare l'aspetto della pelle. Nel più dei casi per debellare i funghi che causano l'inestetismo vengono impiegate sostanze antimicotiche come l'itraconazolo o il fluconazolo, che agiscono a livello sistemico in poche settimane.Chi invece preferisce le cure naturali può ricorrere al lichene islandico, una specie di lichene tipico di aree montane che però è in grado di trattare la Pitiriasi Versicolor solo quando non molto estesa.

© Euroclinix

Social
Altro dal blog
La pelle è un “organo” complesso, che può essere “letto” per ottenere informazioni importanti sullo stato di salute di tutto l’organismo.
In estate ci sono maggiori possibilità di contrarre un’infezione cutanea perché il caldo ci costringe a scoprire parti del corpo di solito coperte dagli indumenti.
La perdita di capelli in età pediatrica è molto più frequente di quanto si pensi.
La videodermatoscopia è un'innovativa tecnica diagnostica per la mappatura dei nei.
L’incontro vede la partecipazione della dott.ssa Alessandra Vitalba, gastroenterologa, la dermatologa dott.ssa Ilaria Mattei ed il nutrizionista Nicolò Paternoster
Restituire alla pelle la sua vitalità e turgore è possibile grazie a iniezioni di acido ialuronico libero, cioè non cross-linkato.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 37 | INVERNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico