MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ginecologia-ostetricia e urologia   Salute e benessere  

Mestruazioni irregolari in adolescenza

Dott.ssa Laura Peressini - Ginecologa
Dott.ssa Laura PERESSINI
 24 Maggio 2019

Mestruazioni irregolari in adolescenza

Oggi il menarca è considerato normale tra 10 ed i 14 anni, talvolta però subentrano delle problematiche del ciclo, che è bene non sottovalutare.

Le irregolarità mestruali sono relativamente frequenti e possono essere suddivise in due grandi tipologie a seconda che riguardino la durata o la quantità delle mestruazioni: ne parliamo con la dottoressa Peressini.
 

Un iniziale irregolarità del ciclo è da considerarsi normale?

Entro i sei anni dal primo ciclo oltre l’80% delle ragazze presenta un ciclo regolare, con un circa 70% di ovulazioni accertate. Un intervallo irregolare fra i sanguinamenti mestruali non è indicativo di una patologia endocrina, ma più spesso di un processo maturativo. Inoltre, molto facilmente in queste età, anche situazioni di stress (es. un viaggio, un cambiamento di scuola o di residenza, una difficoltà sentimentale…) possono influenzare l’equilibrio endocrino apparentemente raggiunto e questo spiega le momentanee irregolarità mestruali.

 

Quali sono i disturbi più comuni?

Il disturbo più frequente è definito oligomenorrea, cioè un ciclo mestruale che si presenta con un intervallo rispetto al precedente di più di 35 gg. Spesso è una situazione parafisiologica che va ben distinta dal quadro di ovaio micropolicistico, una vera e propria sindrome endocrina che coinvolge anche aspetti metabolici. L’irregolarità mestruale, seconda come importanza, è la polimenorrea, ossia mestruazioni con un intervallo di circa 25 gg rispetto alla precedente (presente nel 13% circa delle ragazze, alla quale sottendono aspetti endocrini di immaturità funzionale o anche fattori emocoagulativi alterati). Ci sono poi problematiche come l’amenorrea: l’assenza di ciclo per almeno 90 giorni, che ha spesso come cause fattori di stress esterni, emotivi, fisici ad esempio come una dieta squilibrata o un eccesso di attività fisica. Un’altra evenienza piuttosto frequente, assieme alla sintomatologia dolorosa, è la comparsa di flussi mestruali emorragici (menometrorragie), trattabile dal punto di vista medico e solo nel 10-15% dei casi è l’espressione di una coagulopatia. 

Quando bisognerebbe rivolgersi uno specialista?

Per la visita ginecologica non esiste una vera e propria età, ma è importante rivolgersi ad uno Specialista ginecologo prima dell’inizio dell’attività sessuale. L’indicazione è quella di effettuare perlomeno un colloquio conoscitivo ed esplicativo dopo il menarca, per poter avere informazioni esaustive e corrette sul funzionamento e l’anatomia dell’apparto genitale, per poter affrontare argomenti importanti come la contraccezione e la prevenzione di malattie sessualmente trasmesse perché è il ginecologo che ha le competenze giuste per chiarire i dubbi e soddisfare le curiosità di un'adolescente.

 

Si può in qualche modo parlare di prevenzione della fertilità?

Assolutamente sì. In particolare l’attenzione si pone sulla trasmissione di malattie sessuali: le infezioni ricorrenti possono danneggiare in modo a volte anche grave le vie riproduttive femminili. Altre patologie possono essere diagnosticate in tempo, come ad esempio una malattia benigna ma estremamente invalidante quale l’endometriosi, la cui spia può essere un ciclo mestruale particolarmente doloroso (dismenorrea). 

Altri fattori modificabili sono inerenti allo stile di vita: prevenire l’obesità, per cui attenzione ad una dieta equilibrata e varia, evitare alcool, fumo e droghe e, per quanto possibile, evitare gli interferenti endocrini ambientali come i derivati delle plastiche e gli idrocarburi. 

Social
Dott.ssa Laura Peressini - Ginecologa
Hai bisogno di un consulto in
Ginecologia - Ostetricia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott.ssa Laura PERESSINI    
Altro dal blog
La diagnosi prenatale comprende indagini strumentali e di laboratorio con la finalità di monitorare il feto sin dalle prime fasi del suo sviluppo fino al parto
Quando c’è difficoltà nel raggiungere il piacere.
L'efficacia e la comodità delle nuove spirali a basso rilascio di progesterone.
Un esame eseguito da medici competenti e specificatamente preparati, che dispongono di una strumentazione di elevata tecnologia.
Stili di vita, cattive abitudini e scarsa informazione influiscono sulla capacità di concepire nell’età adulta.
Risvolti pratici e psicologici nella gestione del peso nei giovani ragazzi.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico