MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione  

Miti dell’alimentazione

Dott. Luciano Pagnin - Dietista a Mestre e San Donà
Dott. Luciano PAGNIN
 14 Febbraio 2019

Miti dell’alimentazione

Caffeina, acqua, frutta e verdura, cosa è bene sapere per una sana dieta.

Diete troppo restrittive, falsi miti ed errati convinzioni comuni arrivati magari con un passaparola da un’amicizia di cui ci si fida: facciamo attenzione.

Affrontiamo con il Dottor Pagnin alcuni aspetti per fare un po’ di chiarezza.

 

È vero che quantità di acqua ingerita può influire sulla perdita di peso?

Come molti conoscono, il nostro corpo è costituito da una percentuale di acqua che varia dal 50 al 70 % circa; risulta quindi evidente l'importanza per l'organismo di una corretta idratazione. Tuttavia la risposta alla domanda è ovviamente no, almeno per quanto riguarda l'azione diretta dell'acqua sull'organismo: l'acqua non apporta energia né aumenta il metabolismo del nostro corpo. Viceversa la risposta potrebbe essere positiva se si intendesse l'azione «indiretta» dell'acqua: se essa viene assunta in sostituzione di succhi di frutta, bevande zuccherate ed alcooliche, allora ciò contribuirebbe al controllo dell'introito calorico.

 

Perché invecchiando diventa sempre più difficile dimagrire?

Il motivo di ciò è duplice. Da un lato cambia naturalmente la nostra fisiologia (e lo sanno molto bene le signore in menopausa): con il tempo tendiamo ad aumentare la percentuale di massa grassa a scapito della magra e ciò induce il corpo a consumare meno. Da un altro lato spesso cambia il nostro comportamento: diventiamo sedentari e ciò contribuisce, ancora una volta, alla diminuzione del muscolo con conseguente abbassamento del diapendio calorico generale.
 

“Se mangio solo frutta e verdura non ingrasso!”

Spesso si sentono, soprattutto in estate, affermazioni di questo genere. In realtà è difficile che ci si alimenti solo di frutta e verdura. Un pasto così strutturato ha come effetto quello di dare una sazietà di breve durata, con la conseguenza che avremo presto nuovamente fame e con elevata probabilità andremo ad assumere altri cibi per compensazione. Oltretutto, assumere cibi ad alto tasso di zuccheri senza un'adeguata assunzione di proteine e grassi, porta l'organismo a compensare a questa carenza con una riduzione della funzionalità tiroidea con conseguente diminuzione del dimagramento.

 

La caffeina può essere d'aiuto nel perdere peso?

La caffeina è un alcaloide purinico contenuto nei semi del caffè, della stessa classe della teina e teobromina (contenute nel tè e nel cacao). La concentrazione di tale componente nel caffè dipende poi dalla tecnica estrattiva usata. Sebbene sembri che la caffeina abbia sia un'azione indiretta sull'innalzamento del metabolismo basale (circa 10%) attraverso la stimolazione del rilascio di catecolamine, sia un'azione diretta (non ben chiara e di dubbia entità) sul tessuto adiposo; tuttavia è bene considerare che l'azione utile della caffeina avviene per dosi superiori a quelle consigliate per non incorrere nelle controindicazioni (aumento pressione arteriosa, frequenza cardiaca, etc).

Social
Dott. Luciano Pagnin - Dietista a Mestre e San Donà
Hai bisogno di un consulto in
Dietistica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Luciano PAGNIN    
Altro dal blog
Avvicinandosi alla menopausa è fondamentale porre attenzione alla propria alimentazione per prevenire o minimizzare alcuni disturbi che possono insorgere.
Se l'obesità è una malattia cronica, dobbiamo trattarla come una malattia cronica.
Spesso l’anziano cura la dieta meglio del giovane, perché ha capito quanto sia importante mangiar bene per stare in forma e prevenire le malattie.
Né più né meno di qualunque altro soggetto, anche per lo sportivo è importante innanzitutto scegliere i giusti nutrienti.
L'indice di massa corporea è il metodo più usato per verificare se un soggetto è sottopeso, normopeso, sovrappeso o se soffre di obesità moderata o grave.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico