MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

Patologie oculari: gli occhi delle donne

In alcune fasi della sua vita, la donna è maggiormente predisposta allo sviluppo di alcune malattie degli occhi.

Patologie oculari: gli occhi delle donne

Numerosi studi clinici ci permettono di affermare che esiste una chiara correlazione tra la comparsa di disturbi o patologie oculari con le modificazioni della donna nelle varie fasi della vita, da quella prepuberale a quella post menopausa. 

 

Quali sono i momenti più “delicati”

Per capire la patologia oculare del genere femminile bisogna considerare le variazioni ormonali che si verificano durante alcuni fenomeni fisiologici nella donna (ciclo mestruale, gravidanza, menopausa) e/o patologici (es. patologie ipofisarie, tumori mammari e ovarici) o a seguito di terapie farmacologiche (come la contraccezione o la terapia ormonale sostitutiva).
 

Quali sono i disturbi

L’esperienza clinica ci porta ad affermare che il 10-25% delle donne in età lavorativa lamenta disturbi del film lacrimale e il 35% dopo la menopausa lamenta disturbi oculari che si possono aggravare nel tempo, fino ad interessare il 70-80% delle donne. Le patologie più frequenti sono:
 

Degenerazione maculare senile

principale causa di cecità nei paesi industrializzati; colpisce le donne dopo i 70 anni con un rapporto di 3/1 rispetto ai maschi;















Retinopatia diabetica:
più frequente nel sesso femminile essendo il rapporto del diabete mellito pari a 1,25/1 (donna/uomo). Tale patologia risulta inoltre più grave nelle pazienti che hanno sviluppato diabete gestazionale;

 

Retinopatia da Clorochina:
questo principio attivo viene utilizzato nella terapia di patologie come l’artrite reumatoide o il lupus eritematoso sistemico, molto più frequenti nel sesso femminile (donna/uomo = 3/1);
 

Retinopatia da Tamoxifene
antiestrogeno utilizzato in alcuni tipi di tumore mammario;
 

Malattie occlusive vascolari:
generalmente più frequenti negli uomini, ma l’assunzione di contraccettivi orali e la gravidanza espongono maggiormente la donna;
 

Malattia di Basedow:
esoftalmo, retrazione palpebrale e alterazione della motilità oculare in corso di patologia tiroidea autoimmune, più frequente nella donna (5-10/1);
 

Miopia:
nelle miopie lievi e medie l’incidenza è uguale in entrambe i sessi, mentre nelle miopie elevate le donne evidenziano un rischio maggiore di sviluppare  complicanze retiniche (2/1);
 

Glaucoma normotensivo:
mentre nel glaucoma cronico semplice non vi sono differenze tra uomo e donna, nella sua variante a bassa pressione la prevalenza nel sesso femminile aumenta considerevolmente;












 

Occhio secco (dry-eye):
è una condizione di discomfort oculare frequentissima nelle donne, risente molto delle modificazioni ormonali e si aggrava dopo la menopausa.

 

Prevenzione e terapia

Una valutazione oftalmologica completa, supportata eventualmente dalla diagnostica strumentale, risultano molto importanti nel prevenire, monitorare e curare i disturbi elencati; ecco perché l’oculista viene spesso interpellato anche dai colleghi internisti, reumatologi e ginecologi.

 
Video correlati
CHIEDI CONSULTO ABBONATI PUNTI DISTRIBUZIONE NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
Ultima uscita
Tutte le uscite
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico