MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Medicina generale   Nutrizione  

Perché è importante la diversità nell'alimentazione?

Dott. Domenico Battaglia - Nutrizionista a Padova
Dott. Domenico BATTAGLIA
 24 Giugno 2016

Perché è importante la diversità nell'alimentazione?

Non basta consumare abbondante frutta e verdura, è anche necessario variare l'alimentazione per ridurre il rischio di malattie croniche.

La diversità alimentare può svolgere ruoli diversi in situazioni e problematiche cliniche diverse. Per esempio cavoli, cavolfiori, broccoli, e cavolini di Bruxelles sono associati con un minor rischio di tumore del colon trasverso e destro, mentre il rischio di cancro al colon discendente (sul lato sinistro) sembra essere ridotta da carote, zucche e mele.

Così, frutta e verdura possono ridurre in modo diverso il rischio di cancro in diverse zone del nostro organismo.

È stato dimostrato che se due gruppi di persone mangiano lo stesso quantitativo di frutta e verdura, coloro che attuano una maggior varietà nel consumo di questi alimenti avrà un rischio minore di sviluppare un cancro.


Ma non è solo il cancro la patologia interessata. In uno studio di migliaia di uomini e donne, una maggiore quantità di verdure e una maggiore varietà sono risultate utili per ridurre il rischio di diabete di tipo II. Anche dopo aver rimosso gli effetti riguardo alla quantità, un aumento settimanale della varietà di assunzione di frutta e verdura è stata associata con una riduzione dell'8% in termini di incidenza del diabete. E questo potrebbe essere attribuibile a effetti individuali o combinati dei molti composti bioattivi diversi contenuti in frutta e verdura; pertanto, consumando una grande varietà aumenterà la probabilità di consumare una maggior quota di principi bioattivi.


Tutte le verdure possono offrire protezione contro le malattie croniche, ma ogni gruppo vegetale contiene una combinazione unica e la quantità dei fitonutrienti, che li distingue da altri tipi di vegetali è talmente unica, che occorre insistere molto sulla variabilità di assunzione per incidere in modo benefico sulla salute.


È stato dimostrato che le sostanze fitochimiche si legano a recettori e proteine specifiche nel nostro organismo. Ad esempio, c'è un recettore per il tè verde nel nostro corpo, per l’Epigallo Catechin Gallato (EGCG), un componente chiave del tè verde. Ci sono proteine leganti i fitonutrienti presenti nell’uva, nelle cipolle e nei capperi o ancora per i broccoli. Recentemente, è stato identificato un recettore sulla membrana cellulare per un nutriente concentrato nelle bucce di mela, e soprattutto queste proteine bersaglio sono considerate indispensabili per il corretto svolgimento delle loro mansioni nutritive e benefiche.


Ma ricordate: questi mix di sostanze benefiche sono unici per ogni vegetale, vengono chiamati fitocomplessi e non si può pretendere di isolarne una singola molecola ottenendone gli stessi benefici! I vegetali vanno dunque masticati e mangiati in forma integrale ove possibile per ottenerne i migliori effetti sulla nostra salute.


Per cui mi tocca proprio dirlo…una mela (ben masticata) al giorno toglie il medico di torno!
 
Buona salute a tutti!
Social
Altro dal blog
Oggi alle 17, Medicina Moderna trasmette per #5azioni la prima ricerca scientifica sulle fake news in rete sul diabete
A quanti di voi è capitato di mangiare un gelato sperando di rinfrescarvi e dissetarvi, ottenendo invece l’effetto contrario?
In aumento bambini tra 0 e 14 anni con diabete mellito di tipo 1. Ci sono, però, fortunatamente delle novità positive per quanto riguarda le possibili terapie.
L'ipertensione consiste in un'elevata pressione del sangue nelle arterie, che costringe il cuore a un maggior sforzo. Tra i sintomi comuni, la cefalea.
Attività sportiva per i più piccoli assolutamente sì, ma senza esasperarne l'aspetto agonistico: norme di comportamento per genitori moderni.
Ma come la mettiamo con zuccheri e grassi? La soluzione è una ricetta semplice semplice per preparare un gelato genuino fatto in casa.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico