MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Dermatologia   Salute e benessere  

Prevenzione del melanoma: occhio alla pelle

Dott.ssa Elena Tonin - Dermatologa a Padova
Dott.ssa Elena TONIN
 19 Dicembre 2018

Prevenzione del melanoma: occhio alla pelle

La videodermatoscopia è un'innovativa tecnica diagnostica per la mappatura dei nei.

Aumenta, purtroppo, l'incidenza dei tumori della pelle ma non varia, al contempo, la mortalità. Merito della prevenzione, e degli innovativi strumenti diagnostici attualmente disponibili. 

 


È vero che l'incidenza del melanoma è aumentata nel corso degli ultimi anni?

Il trend di incidenza del melanoma negli ultimi anni appare in progressivo aumento sia nei maschi che nelle femmine. Il rischio di sviluppare il melanoma è pari a 1:66 nelle femmine e 1:84 nei maschi. Rimane uno dei principali tumori che insorge in giovane età, il secondo tumore più frequente nei maschi prima dei 50 anni e il terzo nelle donne prima dei 50 anni. Si descrive comunque un'ampia variabilità geografica con trend decrescente in Italia da Nord a Sud. Ma fortunatamente, nonostante l'aumento dell'incidenza, la mortalità rimane invariata: questo va interpretato come esito della diagnosi precoce e quindi come effetto positivo della prevenzione.
 

Esistono dei fattori oggettivi che rendono un soggetto maggiormente a rischio?

I fattori di rischio per lo sviluppo del melanoma sono il fototipo, la numerosità di nei, la familiarità, l'esposizione solare, l'abitudine all'uso di lampade abbronzanti. Secondo la classificazione Fitzpatrick si definiscono più fototipi in base al colore della pelle, degli occhi, dei capelli e della capacità abbronzante. Il fototipo 1 (capelli rossi, occhi e pelle chiara) rappresenta il fototipo più a rischio. La presenza di familiari di primo grado affetti da melanoma e l'elevato numero di nei atipici aumentano il rischio di sviluppare la malattia. L'esposizione solare, insieme ai fattori genetici, è da sempre considerato un fattore causale per lo sviluppo del melanoma, soprattutto l'esposizione solare intermittente e l'esposizione intensa in età pediatrica sembrano avere un ruolo causale. L'uso di lampade abbronzanti correla significativamente con un aumento del rischio di sviluppare il melanoma, soprattutto se iniziate in giovane età.

In cosa consiste, e come si svolge la videodermatoscopia?

La videodermatoscopia è una metodica non invasiva che permette la valutazione della cute, compresi gli annessi (capelli e unghie), e dei nei in epiluminescenza e la successiva acquisizione delle immagini digitali. Le immagini acquisite vengono salvate in software che permettono il confronto a distanza sia dei singoli nevi considerati atipici, che della superficie corporea. Oggi il photo-body-mapping rappresenta il gold standard nello screening del melanoma. La possibilità di effettuare un confronto a distanza delle immagini aumenta l'accuratezza diagnostica facilitando così la diagnosi del melanoma.

Social
Altro dal blog
In estate ci sono maggiori possibilità di contrarre un’infezione cutanea perché il caldo ci costringe a scoprire parti del corpo di solito coperte dagli indumenti. E il rischio sale in vacanza con il clima rilassato che ci fa abbassare la guardia quando s
La perdita di capelli in età pediatrica è molto più frequente di quanto si pensi.
Le affezioni del cuoio capelluto generano disagi fisici ma anche psicologici, sia nell'uomo che nella donna. Una diagnosi corretta e una terapia adeguata possono venire in soccorso.
Recentemente sdoganata dalla famosa modella di colore Winnie Harlow, bellissima testimonial di Desigual e Diesel, la vitiligine è una malattia della pelle a incidenza prevalentemente femminile.
Sottoporsi regolarmente allo screening dermatologico è una buona pratica fondamentale per la salute della pelle.
Un incontro in cui la dermatologa Ilaria Romano, del Centro di Medicina Treviso parlerà delle patologie della pelle più frequenti e di come prevenirle.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico