MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Proctologia   Salute e benessere  

PROCTOLOGIA

NIENTE PIU' DOLORE POST-OPERATORIO


Grazie a tecniche innovative oggi è possibile limitare invasività ed effetti collaterali dell'intervento. Il consiglio è quello di anticipare l'aggravarsi della patologia in stadi iniziali grazie ad una visita proctologica preventiva. Negli ultimi anni la terapia chirurgica delle emorroidi si è rivoluzionata grazie a due nuove tecniche: la Prolassectomia e l’Emorroidopessia con dearterializzazione (HPS). Prima di allora, il classico intervento eseguito era piuttosto cruento perché trattava il prolasso emorroidario con la resezione, cioè mediante l’incisione con bisturi dei classici gavoccioli esterni. Il metodo richiedeva ampi tagli e provocava un dolore post-operatorio intenso per almeno 15-20 giorni, talora  anche per un mese. Ora, invece, il dolore è molto ridotto e si presenta persino una  percentuale di pazienti che non assume analgesici. L’Emorroidopessia è certamente un intervento mini-invasivo, dal ridotto impatto post-operatorio per il paziente e dalla scarsa componente dolorosa, sempre rispetto al classico intervento invasivo. L’Emorroidopessia con dearterializzazione (HPS) è un intervento che costituisce un valore aggiunto nel trattamento della stragrande maggioranza dei casi clinici che si presentano all’osservazione del proctologo. E’ una metodica sicura, non espone il paziente a rischi severi ed è ben tollerata nel post-operatorio, perché il dolore è molto più ridotto rispetto alle tecniche tradizionali e molto controllato nella prima settimana post-operatoria, attraverso i cosiddetti analgesici minori. 

 

 

Altro dal blog
Uno squilibrio, anche temporaneo, nelle nostre abitudini potrebbe essere causa di un peggioramento delle infiammazioni di natura proctologica.
È la causa di oltre il 70% sulle patologie proctologiche e dell’aumento dell’incidenza sui giovani (15-20%)
ELIMINARE OGNI DUBBIO
Dieta e stile di vita giocano un ruolo molto importante nella prevenzione e cura delle emorroidi: quali alimenti preferire e quali evitare.
Sintomi della patologia emorroidaria: conoscerli per curarli adeguatamente con correzione dell'alvo, dieta, farmaci e, solo nei casi più gravi, con la chirurgia.
Episodi acuti di emorroidi sono risolvibili in poco tempo. Impacchi di camomilla alleviano dolore, alimentazione aiuta miglioramento.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico