MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

Il radiologo moderno: dal digitale alla stretta di mano 4.0

L’avvento di sistemi diagnostici più rapidi, precisi, digitali ed evoluti sta rendendo sempre più evidente il ruolo della radiologia nella medicina moderna.

Il radiologo moderno: dal digitale alla stretta di mano 4.0

Il radiologo, un tempo considerato come semplice “ponte” tra Medico di Base e Specialista, oggi assume un ruolo centrale nella corretta definizione della diagnosi ma anche della gestione terapeutica. La mole di informazioni da interpretare, i sistemi di definizione informatizzati e la semantica troppo tecnica possono aumentare la “distanza” medico-paziente. Cerchiamo di fare in modo che non sia così.

 

Cosa può chiedere il paziente a un radiologo

Di farsi carico del suo bisogno di salute, sempre più crescente. Di essere chiaro ed esaustivo non solo nella stesura dei referti, ma anche nel confronto diretto. Spesso una spiegazione faccia a faccia o un colloquio chiariscono dubbi, tranquillizzano o, se serve, allertano senza generare inutili confusioni o intermediazioni. In passato, il radiologo era confuso con il tecnico che faceva l’esame. Era considerato un fotografo, distante, senza volto. Adesso si sta affermando sempre più il ruolo del Radiologo Clinico, che interpreta ovviamente le immagini, ma sapendo contestualizzarle, dando un volto, un nome o un significato a ciò che referta.
 

Come si svolge una sua visita radiologica “tipica”

Inizia con un sorriso ed una stretta di mano. Continua con un colloquio direttamente con me, o tramite il TSRM (Tecnico Sanitario di Radiologia Medica, importante collaboratore del medico radiologo), incentrato non solo sul motivo dell’indagine, ma chiaramente mirato a conoscersi. D’altronde, l'accurato inquadramento clinico è il presupposto per le corrette diagnosi. Al termine, sono sempre disponibile per una lettura del riscontro, e per suggerimenti sulle eventuali gestioni terapeutiche successive.
 

Oggigiorno, spesso il paziente riceve il referto immediatamente dopo l'esame radiologico. In questi casi, qual è il ruolo dello specialista?

Innanzitutto, non creare allarmismi, interpretare i bisogni e le reazioni, magari prevenirle.
Nei casi in cui è possibile o richiesto, è mia abitudine non lasciare parziale la risposta.
Spesso i pazienti ricevono ottime diagnosi, e poi vengono lasciati senza prosieguo, e finiscono nelle mani di Internet o del sentito dire. Spesso è necessario dare un corretto suggerimento, un indirizzo clinico-specialistico o proporre un percorso riabilitativo-terapeutico. Chi si deve far carico di questa tappa, soprattutto in un ambito privatistico, se non chi fa diagnosi e parla con la gente? Io tendo a parlare con gli utenti; i nostri collaboratori conoscono questa mia disponibilità e spesso viene percepita come un valore anche dal pubblico.
 

Si tratta di un contatto umano piuttosto importante e utile per il paziente

In passato il paziente era spesso catalogato in subordine e si tendeva ad associarlo alla malattia, o anche semplicemente ad uno stato di malessere. Oggi, tra tanti aspetti di deriva sociale o di costume, si sta invece affermando un diritto maggiore alla salute e al benessere. Spesso il contatto con un medico non è legato alla malattia, ma alla sua prevenzione o al più alla sua diagnosi precoce ed accurata. Un segno di modernità comunicativa, ma anche di correttezza reciproca tra medico ed utente. È inevitabile comprendere come gli scenari cambino, come da una parte è necessario investire in accuratezza, tecnologie efficienti ed efficaci (al momento le strutture private più evolute sono dotate di sistemi di gestione, refertazione e archiviazione immagini virtuali o gestibili da remoto), dall’altro ancora restano insostituibili una stretta di mano, un sorriso e una parola.

 
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico