MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Analisi   Medicina generale   Salute e benessere   Scienza dell'alimentazione  

RIDURRE L'INDICE GLICEMICO A TAVOLA

ALCUNI SEMPLICI TRUCCHI PER MIGLIORARE LA TUA SALUTE


L'indice glicemico indica quanto velocemente aumenta la glicemia in seguito all'assunzione di un alimento, ossia la rapidità con cui i livelli di glucosio nel sangue crescono progressivamente, man mano che gli amidi e gli zuccheri di un cibo vengono digeriti e assimilati. Più è alto il valore dell'indice glicemico di un alimento e più rapido sarà l'innalzamento degli zuccheri nel sangue. Ne devono tenere conto soprattutto i diabetici, ma anche chi vuole mantenere la linea. L'indice glicemico è influenzato dalla composizione degli alimenti, ma anche dai metodi di cottura.

Vi diamo alcuni trucchi:

- Non mangiare la pasta scotta. In quella al dente l'indice glicemico tende a ridursi.

- Gli spaghetti meglio dei rigatoni: il loro tipo di lavorazione è in grado di abbassare ulteriormente l'indice glicemico.

- Prediligi pane e pasta integrali: contengono molte fibre che, assorbendo elevate quantità di acqua, formano nell'intestino una sorta di gel, in grado di rallentare l'assorbimento del glucosio. Per questo ti viene raccomandato di bere molta acqua per potenziare gli effetti delle farine integrali.

- Fai raffreddare i carboidrati cucinati: così sia la pasta sia le patate vedono abbassarsi il loro indice glicemico. Dunque, promosse l'insalata di riso e quella di pasta, così come il contorno freddo di patate lesse.

- Il riso? Parboiled. La lavorazione di questa varietà, che puoi impiegare nel tuo risotto, determina un abbassamento dell'indice glicemico.

- La carota in pinzimonio. Se cuoci le carote, il loro indice glicemico cresce. Quando le mangi crude, accompagnale con un goccio d'olio per assorbire le vitamine liposolubili dell'ortaggio.

- La banana un po' acerba. È ricca di zuccheri, ma se la mangi un po' verde l'indice glicemico si ferma a 51, contro i 62 del frutto maturo.

©oksalute

Social
Altro dal blog
A quanti di voi è capitato di mangiare un gelato sperando di rinfrescarvi e dissetarvi, ottenendo invece l’effetto contrario?
In aumento bambini tra 0 e 14 anni con diabete mellito di tipo 1. Ci sono, però, fortunatamente delle novità positive per quanto riguarda le possibili terapie.
I carboidrati sono elementi essenziali della nostra alimentazione, capiamo come assumerli correttamente.
DOPO I 40, ANDREBBE MISURATA OGNI 3 ANNI.
Oggi alle 17, Medicina Moderna trasmette per #5azioni la prima ricerca scientifica sulle fake news in rete sul diabete
L'ipertensione consiste in un'elevata pressione del sangue nelle arterie, che costringe il cuore a un maggior sforzo. Tra i sintomi comuni, la cefalea.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico