MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Bambini  

Snack? No grazie!

Dott. Giuliano Enzi - Equipe Obesità Padova
Dott. Giuliano ENZI
 18 Marzo 2016

Snack? No grazie!

Bambini e adolescenti sono sempre più spesso a rischio sovrappeso e obesità, soprattutto a causa di uno stile di vita e un'alimentazione scorretti.

Obesità e sovrappeso dilagano tra i giovani ma si può intervenire, necessariamente con il supporto della famiglia, che deve partecipare e collaborare alla soluzione del problema. Teniamo presente che chi è in sovrappeso o obeso nell’età peripuberale è a rischio di esserlo anche nell’età giovane e adulta.
 

Peso eccessivo e senso di colpa

Molti adolescenti vivono il sovrappeso od obesità con senso di colpa a causa dell'ambiente esterno: è frequente, infatti, essere additati come responsabili della propria condizione, come se l’obeso fosse tale per semplice mancanza di autocontrollo.

In realtà, se senza dubbio dieta e attività fisica hanno il loro peso, può essere anche il DNA a predisporre l’individuo alla patologia e l’ambiente a far emergere le tendenze latenti.
 

Il ruolo dell'alimentazione

Lo stile di vita, anche gli orari scolastici, spesso impongono erroneamente di “semplificare” i pasti o di utilizzare cibi preconfezionati. Vengono utilizzati coloranti, conservanti e annullata la stagionalità dei prodotti, compromettendone dunque anche la loro salubrità.
 

Un corretto "comportamento alimentare"

Fast foods, snacks, soft drinks, chips, pop corn e altri sono ricorrenti nella dieta dei nostri giovani. In sintesi, alimenti ipercalorici e cibo spazzatura che andrebbero assolutamente evitati. Il pasto viene consumato velocemente e non viene più concepito come momento rituale di aggregazione sociale.

Solo la famiglia, magari anche sostenuta dagli specialisti, può contribuire ad invertire la rotta.
Social
Altro dal blog
Se l'obesità è una malattia cronica, dobbiamo trattarla come una malattia cronica.
Vuoi evitare che i tuoi figli soffrano di disturbi del peso? Inizia mostrando loro che la merendina può essere sostituita da un frutto.
I segreti salva-schiena e salva-salute per un rientro in ufficio più 'morbido' dopo le vacanze.
In aumento bambini tra 0 e 14 anni con diabete mellito di tipo 1. Ci sono, però, fortunatamente delle novità positive per quanto riguarda le possibili terapie.
Oggi, con la presentazione ufficiale in municipio, è iniziato il conto alla rovescia per la manifestazione nata nel 2017 con l’obiettivo di sostenere il progetto “Giocare in corsia”.
La miopia è il difetto di vista più frequente al mondo e in Italia ne è affetto indicativamente il 25 % della popolazione.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico