MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Nutrizione   Scienza dell'alimentazione  

Stress, se lo conosci... Incontri per specialisti a Tarzo

Dott. Paolo Favretto - Dietologo Clinico
Dott. Paolo FAVRETTO
 22 Maggio 2017

Stress, se lo conosci... Incontri per specialisti a Tarzo

In questi tempi sempre di corsa tra mille impegni, siamo certi di sapere davvero quanto male ci fa lo stress? Un ciclo di incontri per creare consapevolezza.

Sul fatto che lo stress sia un tema di estrema attualità, non ci sono dubbi. E sebbene sembriamo consci delle conseguenze sulla salute di questa "risposta dell'organismo", tendiamo talvolta a sottovalutare il coinvolgimento totale dei nostri sistemi vitali, soprattutto quando le condizioni stressanti permangono a lungo. Su questi concetti si basa il ciclo di 3 incontri per addetti ai lavori organizzato da Sinergia&Sviluppo insieme all'Associazione Aha di Vittorio Veneto, dal titolo "Stress, se lo conosci...". Tra gli organizzatori, la Dott.ssa Francesca Gattinoni, direttore dell'U.O.C. di Medicina Fisica e Riabilitazione del P.O. di Conegliano.

Nel secondo incontro, previsto per sabato 27 maggio 2017, si approfondisce il ruolo della psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) nel trattamento dello stress cronico.
 

Cos'è lo stress

Lo stress consiste nella risposta dell’organismo a stimoli fisici, biologici, psicosociali che tendono a modificarne l’equilibrio omeostatico. Tale risposta originariamente ha la funzione benefica di attivare risorse e guidarci alla risoluzione di problemi, e mantiene la sua funzione altamente adattiva quando lo stress è acuto e di breve durata.

Al contrario, la cronicizzazione delle risposte che si osserva negli stress ripetuti o persistenti comporta conseguenze negative da un punto di vista fisico e/o psichico. Tali conseguenze dipendono dalle caratteristiche dello stress ma soprattutto dalle caratteristiche dell’individuo che lo subisce e dal contesto ambientale in cui il soggetto si trova. 

La risposta allo stress vede l’attivazione in parallelo di numerosi sistemi, quali quello endocrino, nervoso e immunitario, insieme ad adattamenti comportamentali. L’incapacità di fronteggiare eventi stressanti mediante adattamenti fisiologici può portare, nel tempo, ad un sovraccarico che rappresenta un fattore potenziale di rischio per molte patologie.

Patologie frequentissime sono fortemente correlate con lo stress e troppo spesso vengono affrontate in maniera segmentaria senza tenere conto di questi aspetti globali che invece vengono considerati nella nuova branca nata negli anni ottanta del secolo scorso scorso, la psiconeuroendocrinoimmunologia (P.N.E.I).
 

Stress, il ruolo di stili di vita e alimentazione

C'è una correlazione da non sottovalutare, tra il modo in cui conduciamo la nostra vita quotidiana, ciò che introduciamo nell'organismo con l'alimentazione e il modo in cui gestiamo lo stress. Si tratta di un rapporto vicendevole: lo stress influenza il nostro benessere quotidiano inducendoci spesso a uno stile di vita più sregolato, magari mangiando di più; d'altra parte, se invece impariamo a condurre uno stile di vita più sano ed equilibrato, non solo eviteremo le sgradevoli conseguenze di uno stress persistente ma riusciremo addirittura a sfruttare la buona alimentazione, l'attività fisica e molte altre abitudini positive per "curarci" dallo stress

Durante la seconda giornata del ciclo formativo, sabato 27 maggio presso l'Auditorium Banca Prealpi a Tarzo, il Dott. Paolo Favretto parlerà dell'impatto degli stili di vita sulla nostra salute, in particolare gli effetti epigenetici e come l'alimentazione può essere "terapeutica".
Social
Dott. Paolo Favretto - Dietologo Clinico
Hai bisogno di un consulto in
Scienza dell'Alimentazione
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Paolo FAVRETTO    
Altro dal blog
Avvicinandosi alla menopausa è fondamentale porre attenzione alla propria alimentazione per prevenire o minimizzare alcuni disturbi che possono insorgere.
Se l'obesità è una malattia cronica, dobbiamo trattarla come una malattia cronica.
Spesso l’anziano cura la dieta meglio del giovane, perché ha capito quanto sia importante mangiar bene per stare in forma e prevenire le malattie.
Dalla salute generale, all'umore, camminare apporta benefici che non ci si immagina nemmeno!
Le motivazioni possono essere varie e in particolare la causa non è mai una sola.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico