MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Medicina generale   Salute e benessere  

TUMORE AL SENO | Oltre la diagnosi precoce

Oggi, vincere il tumore al seno è possibile. La diagnosi precoce e la molteplicità delle cure, chirurgiche ed oncologiche, allungano la vita.


L’incidenza del tumore al seno è la più elevata fra tutte le forme di neoplasia ed è la prima causa di morte nelle donne di età inferiore ai 50 anni. In Veneto, 1 donna su 9 incontra il tumore al seno nel corso della vita, il 20%, sono giovani donne, in età fertile. In provincia di Treviso si registrano complessivamente 500 nuovi casi/anno.

Questi dati fanno riflettere e sottolineano quanto sia importante la diagnosi precoce – spiega la dottoressa Laura Dapportooggi però possiamo e dobbiamo fare di più.

Una diagnosi accurata, una cura efficace restano incomplete, senza una riabilitazione corporea e psicologica. Se è necessario togliere una mammella, il seno va ricostruito, perché occupa un ruolo centrale nell’immagine che una donna ha di sé, nella sua autostima, nella sua sessualità, nella sua sicurezza verso le relazioni sociali
".

Qual è la strategia che ritiene vincente?
Diagnosi, cura, riabilitazione richiedono l’intervento di diverse figure professionali, radiologi, chirurghi, patologi, oncologi, radioterapisti.
La collaborazione stretta, la sinergia fra professionisti dedicati alla diagnosi, cura e riabilitazione del tumore al seno garantiscono maggiori probabilità di successo nello sconfiggere il male.

Come affronta il problema la chirurgia odierna?
L’evoluzione della chirurgia in senologia ci ha portato ad intervenire in modo sempre meno aggressivo e più conservativo. Insieme alla necessità di una terapia chirurgica radicale, la chirurgia moderna non si rivolge solo allo sconfiggere la malatta in sè, ma al mantenere la femminilità della donna e alla possibilità di tornare rapidamente alla vita di tutti i giorni.

Per questo si cerca di coniugare una cura efficace dal punto di vista oncologico con il rispetto del corpo. L’oncoplastica è la nuova frontiera, che unendo le due figure del chirurgo oncologo e del chirurgo plastico, vuole combattere il tumore e ridare alla donna una vita normale.


Resta aperto il nodo della radioterapia. La si può evitare?
In alcuni casi si può ricorre alla radioterapia intraoperatoria, durante l’intervento, per restituire alla vita quotidiana il tempo delle sedute di radioterapia esterna. E’ comunque fondamentale che la sinergia tra i diversi professionisti in campo continui anche nella fase post operatoria, per consentire un efficace controllo della malattia nel tempo e per dare serenità e qualità alla vita delle donne che hanno incontrato una diagnosi di tumore al seno.

Gli interventi avvengono in anestesia generale o locale?
Con i progressi in ambito di prevenzione e diagnostica difficilmente gli interventi sono così radicali da necessitare di anestesia generale.

È importante quindi nei soggetti in età matura, o dopo un certo numero di gravidanze, rivolgersi ad uno specialista periodicamente per poter diagnosticare e combattere qualsiasi forma neoplasica nel modo meno invasivo possibile.


Foto: rotaract2110.it
Altro dal blog
La Breast Unit diretta dal Dott. Papaccio insieme alla Chirurgia toracica e alla Chirurgia plastica contro una forma tumorale molto aggressiva.
Le garanzie delle moderne tecniche di chirurgia estetica: un risultato naturale, protesi garantite a vita, nessun rischio per gravidanze future.
In caso di familiarità per tumori come il carcinoma della mammella o del colon-retto, la consulenza genetica gioca un ruolo prezioso nella fase di prevenzione.
Il valore fisico e psicologico della conservazione del seno di donne sottoposte a interventi oncologici significativi.
Il CRO di Aviano lancia un appello importante: abbiate cura del vostro stile di vita già da oggi, il 50% delle neoplasie si può evitare grazie a scelte responsabili.
DA UNO STUDIO ITALIANO, UNA SPERANZA PER IL FUTURO NELLA RICERCA DELLE TERAPIE
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico