MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ginecologia-ostetricia e urologia   Psicologia, psichiatria, sessuologia   Salute e benessere  

Il tumore alla prostata non fa più paura

Dott. Domenico Massari - Urologo e Andrologo
Dott. Domenico MASSARI
 15 Novembre 2017

Il tumore alla prostata, quello che un uomo deve sapere

Quello che un uomo deve sapere.

La neoplasia prostatica, comunemente denominata tumore/cancro alla prostata, non presenta purtroppo in fase precoce sintomi evidenti. Va sottolineato che l’ipertrofia e il tumore della prostata sono due malattie diverse, non sono l’una la conseguenza dell’altra ed originano per la maggior parte da zone diverse della prostata (l’ipertrofia  dalla zona centrale mentre il tumore dalla zona periferica).

Premesso ciò, il PSA (marcatore organo specifico ma non cancro specifico del sangue, riscontrabile attraverso un semplice prelievo ) e l’esplorazione rettale (ricerca di noduli o irregolarità) sono i due principali indicatori della neoplasia prostatica. Recentemente, in alcuni casi specifici, ci si serve altresì della RM prostatica multiparametrica. Difficilmente altre analisi radiologiche di laboratorio riescono a diagnosticare questa malattia la cui diagnosi di certezza è comunque ancora affidata alla biopsia ecoguidata della prostata. 

 

In caso di diagnosi positiva è sempre necessario operare o esistono delle alternative farmacologiche

In caso di diagnosi positiva, nei pazienti con aspettativa di vita superiori ai dieci anni ed in buone condizioni generali, è proponibile l’asportazione della prostata. La prostatectomia radicale risulta essere una soluzione che non pregiudica le successive, eventuali, ulteriori terapie e mette in grado il paziente e lo specialista di decidere i passi successivi della terapia da eseguire.

Tra le alternative all’intervento ricordiamo la radioterapia, la vigile attesa, la sorveglianza attiva e l’ormono-terapia. La terapia ormonale come prima scelta è limitata ai pazienti che non possono essere sottoposti ad alcun trattamento standard.

 

La tecnica chirurgica più moderna e meno invasiva

La laparoscopia robotica assistita è l’evoluzione più moderna della tecnica chirurgica laparoscopica diffusasi in alternativa alla chirurgia tradizionale a cielo aperto. Grazie all’ausilio di potenti e avanguardiste telecamere, il robot consente una visione ottimizzata e magnificata del campo operatorio che diventa tridimensionale, non bidimensionale come nella laparoscopia classica. I bracci del robot traducono in realtà quello che il chirurgo ha sempre sperato accadesse: portare la mano all’interno dell’addome senza aprirlo; il robot infatti riproduce esattamente i movimenti che compirebbe la mano del chirurgo. Oltre a quelli della laparoscopia tradizionale, i vantaggi sono molteplici: una dissezione più accurata con ottime percentuali di preservazione della continenza urinaria oltre e il possibile risparmio dei nervi erigenti, presupposto essenziale per una migliore ripresa dell’attività sessuale. Tra i primi centri in Italia e primo centro nel Veneto, il reparto di Urologia di Camposampiero è fornito di robot Da Vinci ed effettua prostatectomia radicale robot assistita da quasi un decennio.

Social
Dott. Domenico Massari - Urologo e Andrologo
Hai bisogno di un consulto in
Urologia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Domenico MASSARI    
Altro dal blog
Con l’aggregazione della Poliambulatorio Futura e del Ferrara Day Surgery sotto l’egida del Centro di medicina si crea una realtà da 160 medici, 50 branche specialistiche e 20 dipendenti
Da pochi giorni è operativo in Reparto il dottor Giuseppe Battaglia, già primario a Santorso (VI)
Segni e sintomi inconfondibili da saper riconoscere per conservare il benessere delle mani.
La recessione gengivale è associata a molteplici disturbi come ipersensibilità dentinale, infiammazione locale ed evidente inestetismo.
Rezum, la nuova terapia a vapore acqueo per curare l’ipertrofia prostatica benigna
La laparoscopia robot-assistita è l'evoluzione più moderna della tecnica nel trattamento chirurgico del tumore prostatico.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico