MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Neurologia-endocrinologia-medicina nucleare   Ortopedia   Salute e benessere  

Tunnel carpale: definizione e cura

Dott. Gian Paolo Ferrari - Ortopedico Traumatologo
Dott. Gian Paolo FERRARI
 26 Agosto 2015

Colpisce prevalentemente le donne ed è dovuta alla compressione di un nervo del polso: la sindrome del tunnel carpale può essere curata con farmaci, fisioterapia o tecnica mini invasiva.


La sindrome del tunnel carpale (STC) è una delle neuropatie periferiche più frequenti nel corpo umano. Colpisce prevalentemente soggetti di sesso femminile di età medio-avanzata ma può manifestarsi anche in soggetti giovani per cause lavorative.
 

Dottor Ferrari, quando si parla di Sindrome da tunnel carpale?

È una malattia caratterizzata da dolore alla mano ed al polso, comparsa di formicolio alle prime tre dita e progressiva riduzione della forza di presa della mano. È dovuta ad una compressione di un nervo che dal polso si porta alla mano. Possiamo immaginare il nervo come una piccola corda che entra in un tubo: questo tubo si restringe progressivamente e va a schiacciare la corda, con la comparsa di dolori.
 

Qual è la terapia consigliata per la sindrome del tunnel carpale?

La terapia nelle fasi iniziali è di tipo farmacologico o fisioterapico. Nelle fasi più avanzate è essenzialmente chirurgica: con la tecnica endoscopica, tramite una piccola incisione nel polso vengono inseriti una piccola telecamera e un microbisturi, che consentono di “aprire” il tubicino e liberare il nervo compresso e sofferente. Grazie all'innovatività della tecnica endoscopica, al paziente è garantito un impatto chirurgico estremamente ridotto e tempi di recupero più rapidi rispetto alle tecniche tradizionali.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MEDICINA MODERNA

Social
Altro dal blog
Specialisti