Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

TUTTO CIÒ CHE DOBBIAMO SAPERE SULLA PRESSIONE

LA PRESSIONE MINIMA, QUANDO È ALTA, RAPPRESENTA UN PERICOLOSO CAMPANELLO D’ALLARME DA NON TRASCURARE.


Pericoloso per l’ipertensione, e perché è il caso di intervenire quando i valori iniziano a superare i 90 mmHg.

Nonostante l’ anomalia di anomalia di pressione è possibile prevenire dell’ipertensione anche in maniera del tutto naturale. I risultati degli studi più recenti in materia sono stati recentemente proposti dai ricercatori del Barts Health NHS Trust e della London Medical School, che hanno verificato come la barbabietpola abbia delle delle proprietà tali da consentire la discesa della pressione di ben 10 mmHg.

Dunque, questgo studio conferma quanto già ipotizzato da alcuni anni, sulla barbabietola: in particolare, l’elemento chiave sembra essere il nitrato, presente nella barbabietola rossa in quantità elevatissime.

Nonostante venga monitorata con più attenzione la pressione massima, quella minima, se si presenta con valori superiori alla media, deve essere comunque presa in esame, specie dal medico curante, che può valutarne i valori per una diagnosi più complessa.

Tra le notizie più recenti, ha destato scalpore la presenza simultanea di numerosi casi di pressione minima molto alta unita a nausea, vomito, febbre e malessere generale, in numerosi soggetti che hanno chiesto assisitenza presso l’Ospedale di San Giuseppe di Albano: il fenomeno è stato causato da forti miasmi provenienti dalla discarica di Roncigliano.

In linea di massima, i valori tra 70 e 90 di minima possono essere considerati del tutto normali.

Social
Altro dal blog
Dalla salute generale, all'umore, camminare apporta benefici che non ci si immagina nemmeno!
Se ne parla in un convegno a Padova il 27 ottobre, in cui si propongono problemi, prospettive e soluzioni alla questione.
Attività sportiva per i più piccoli assolutamente sì, ma senza esasperarne l'aspetto agonistico: norme di comportamento per genitori moderni.
Dall'idratazione alla protezione della pelle, dalla riduzione dello sport alla cura delle persone a rischio, tutte le regole per difendersi dal caldo.
Mare e montagna presentano entrambi degli inconvenienti per chi soffre di ipertensione arteriosa, ma non è necessario rinunciare alle vacanze.
L'ipertensione consiste in un'elevata pressione del sangue nelle arterie, che costringe il cuore a un maggior sforzo. Tra i sintomi comuni, la cefalea.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 38 | ESTATE 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico