MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ortopedia-traumatologia e medicina dello sport    Tecnologia  

In Villa Maria l’avvento della robotica, primo intervento di protesi al ginocchio

L'equipe del dott. Davide Bertolini

Ad affettuarlo l’equipe del dottor Davide Bertolini, luminare nella pratica chirurgica con il robot Rio Mako

A distanza di meno di due anni dalla ripresa della attività chirurgica, la Casa di cura Villa Maria rivoluziona la sala operatoria con l’avvento della robotica. È stato effettuato dall’equipe del dottor Davide Bertolini il primo intervento di chirurgia protesica di ginocchio con il robot Rio Mako.

IL ROBOT VENUTO DAGLI STATES – Una tecnologia statunitense da alcuni anni utilizzata anche in Italia ma disponibile solo in pochissimi centri sul territorio nazionale. “L’obiettivo è quello di assicurare a tutti i nostri pazienti servizi sempre più sicuri, mirati e all’avanguardia per quanto riguarda tutte le branche autorizzate. Con la dotazione della seconda sala operatoria a Villa Maria siamo orgogliosi di presentare un’innovazione senza precedenti nella storia decennale di questa clinica, capace di valorizzare l’attività che già viene svolta di alta complessità investendo in tecnologia – spiega l’amministratore delegato Vincenzo Papes – A questo si aggiunge un ulteriore passo avanti nell’assicurare il massimo del comfort ai pazienti, con la dotazione di 18 nuovi posti letto di degenza post operatoria.

I VANTAGGI PER I PAZIENTI – Sono tre le protesi monocompartimentali impiantate dall’equipe chirurgica del dottor Davide Bertolini, pioniere della chirurgia robotica in Italia con oltre 600 interventi realizzati. Tra i primi in Europa ad utilizzare questa tecnologia, che ora è disponibile anche a Padova. “Il valore aggiunto di questa metodica sta nella pianificazione iperdettagliata dell’intervento, che sfrutta la ricostruzione 3D computerizzata del ginocchio e consente un’estrema precisione in sala dove valutiamo la corrispondenza anatomica della protesi con la tensione articolare legamento. Con una fresa teleguidata viene inciso l’alloggiamento della protesi - spiega il chirurgo ortopedico, dottor Davide Bertolini, che si è avvalso nell’intervento dell’equipe infermieristica di sala della Casa di cura, coordinata da Massimo Cavasin – Questo consente un risparmio dei tessuti che vengono interessati dall’intervento, un maggior controllo del dolore e tempi di recupero più rapidi per i pazienti, che dopo appena due giorni camminano già con le loro gambe e possono essere dimessi dalla struttura. Per i suoi buoni esiti questa metodica rappresenterà sempre più il futuro della chirurgia ortopedica”.

L'INNOVAZIONE IN CHIRURGIA – L’operazione si basa sulla proiezione computerizzata di una TAC tridimensionale sulla quale il chirurgo può programmare il posizionamento ottimale della protesi. Una volta pianificato l’intervento al computer si passa al tavolo operatorio, dove un sistema di telecamere a infrarossi permette al chirurgo di riprodurre fedelmente il lavoro preimpostato. L’operazione viene seguita su un monitor simulando il lavoro in artroscopia ed il medico mediante un braccio guidato dal software effettua l’intervento. Il metodo consente di limitare gli errori , con un risparmio di tessuto osseo. “Oramai molti pazienti chiedono di essere trattati con il robot, che dà sicuramente garanzie in termini di sicurezza e pronta ripresa del post intervento con la drastica riduzione dei tempi di degenza – così il primario del Reparto di Chirurgia della Casa di cura, dott. Christos Frangos – Oggi l’intervento di protesi monocompartimentale, domani potremo affrontare anche quelli di protesica totale del ginocchio e dell'anca. Grazie anche all’utilizzo di questa nuova metodica la nostra struttura entra di diritto nel gruppo delle eccellenze della chirurgia protesica italiana ”.


Padova, 29/10/2018
Comunicato Stampa 
Casa di Cura Villa Maria
Altro dal blog
Tecniche innovative nella chirurgia ortopedica, che consentono eccellenti risultati pur rispettando l'integrità delle strutture.
La laparoscopia robot-assistita è l'evoluzione più moderna della tecnica nel trattamento chirurgico del tumore prostatico.
Il nuovo Centro di medicina avrà spazi più ampi ma soprattutto una nuova concezione, sempre più orientata al comfort dei pazienti
L'importante ruolo del chirurgo estetico.
L'équipe di medicina fisica e riabilitazione a Casa di Cura Villa Maria è preparato alla gestione di pazienti con amputazione sia dal punto di vista fisico-riabilitativo che psicologico.
Dal tutore alle infiltrazioni, fino alla chirurgia per eliminare il dolore
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico