MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Medicina dello sport   Sport   Tecnologia  

Con l’ecografia della spalla scopri traumi e infiammazioni

Dott. Giampaolo Cantamessa - Medico dello sport a Verona
Dott. Giampaolo CANTAMESSA
 08 Gennaio 2019

Ecografie muscolo-scheletriche e articolari

La diagnostica per immagini tra le più richieste, che arriva a coprire circa il 70% di tutte le ecografie articolari.

L’ecografia della spalla prevede il controllo di situazioni di tipo acuto susseguenti a traumi sportivi, domestici o stradali e soprattutto di tipo cronico degenerativo, essendo la spalla l’articolazione maggiormente utilizzata in tutte le attività quotidiane ed anche l’unica articolazione del corpo umano capace di muoversi in tutti i piani dello spazio.

Il tipo di esame ecografico della spalla che io eseguo, seguendo un protocollo da me preparato, è un esame dinamico; ciò significa che vengono fatti eseguire al paziente tutti i movimenti classici della spalla (adduzione, abduzione, intrarotazione, extrarotazione) per valutare l’azione dei legamenti e soprattutto dei tendini durante tali movimenti e poter quindi giudicare la corretta funzionalità degli stessi. 

 

Quali sono i vantaggi dell’esame ecografico della spalla?

I principali vantaggi dellʼesame ecografico della spalla risultano evidenti da quanto prima esposto e cioè: immediatezza dellʼesame diretto, la possibilità di eseguire lʼesame in modalita dinamica e quindi di valutare la funzionalità delle strutture tendinee e legamentose, la possibilità di una diagnosi immediata che può permettere al paziente un rapido intervento terapeutico.



 

Perché è una tecnica diagnostica preferibile ad altre metodologie?

La tecnica di ecografia dinamica della spalla è preferibile ad altre metodiche, senza tuttavia sostituirsi ad esse, soprattutto per la rapidità di esecuzione e lʼimmediatezza della diagnosi, per la possibilità di valutare la funzionalità attiva delle strutture tendinee e legamentose e perché permette di valutare parzialmente anche la struttura ossea.

Per quanto riguarda la struttura ossea lʼesame ecografico è sicuramente di qualità inferiore rispetto al normale esame radiografico, però una corretta valutazione del profilo ecografico della testa omerale e dellʼacromion ci permette di valutare la reale ampiezza dello spazio subacromiale e la presenza di irregolarità di tipo artrosico/degenerativo e soprattutto di osservare la eventuale presenza di formazioni calcifiche in corrispondenza dei tendini (nella stragrande maggioranza dei casi il tendine del sovraspinato).

Tali formazioni calcifiche possono creare, nella posizione di abduzione (braccio alzato o comunque allontanato dal corpo) situazioni di conflitto subacromiale, cioè di infiammazione delle strutture interne allo spazio tra testa dell’omero e acromion. Alcune situazioni, inoltre, non sono valutabili tramite lʼesame ecografico della spalla: ad esempio le lesioni del cercine glenoideo, per le quali si indirizza il paziente allʼesecuzione di risonanza magnetica con mezzo di contrasto (tali lesioni sono comunque percentualmente assai limitate).

Lʼesame ecografico della spalla deve quindi intendersi preferibile alle altre metodiche soprattutto in ordine temporale, deve cioè intendersi come primo esame da eseguire e non deve essere inteso come sostitutivo rispetto allʼesame radiografico e allʼesame di risonanza magnetica che devono essere utilizzati in base alle patologie sospettate.

 

Quando richiedere un’ecografia della spalla?

Lʼecografia della spalla può essere lʼesame richiesto per primo in ordine temporale in qualunque tipo di patologia dolorosa della spalla, proprio per la rapidità dell’esecuzione e della diagnosi; quando si è di fronte a una patologia di tipo acuto, soprattutto se correlata a un evento traumatico, è comunque sempre consigliabile integrare lʼesame ecografico della spalla con un esame radiografico per escludere eventuali lesioni delle strutture ossee.

Lʼesame radiografico va eseguito anche in situazioni di tipo cronico degenerativo ove si sospetti la presenza di formazioni calcifiche o deformazioni artrosiche; il connubio ecografia-radiografia della spalla è quindi da considerarsi il miglior approccio diagnostico rispetto alle situazioni degenerative.

Social
Altro dal blog
Non un obbligo, ma un’opportunità.
A distanza di 18 anni dall’insediamento, un restyling nel nome del maggiore risparmio energetico e dell’adeguamento prevenzione antincendi.
Con la Posturologia e biomeccanica clinica potenzi la tua performance sportiva
Con la nuova sede di Castelfranco Veneto, salgono a 8 le sedi nella provincia di Treviso e a 18 le strutture in Veneto.
È la prima struttura sanitaria di Pordenone a dotarsi di questo ecografo ad altissima definizione. Sarà utilizzato da una equipe di specialisti di comprovata esperienza e professionalità.
Vantaggi e limiti di questo prezioso strumento al servizio dello Specialista.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico