MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Cardiologia   Sport  

Ipertensione e Attività Fisica

Di:
Dott. Totò GIUJUSA

Ipertensione e Attività Fisica

Non solo lo sport non è controindicato ai soggetti ipertesi: l'attività fisica non agonistica è addirittura consigliata a chi soffre di ipertensione arteriosa.

Una persona che soffre di ipertensione arteriosa potrebbe temere che l'attività fisica sia controindicata. In effetti, l'ipertensione è la prima causa di non idoneità allo sport agonistico. Ma non è del tutto vero che lo sport faccia male in assoluto, anzi: è interesse del soggetto iperteso, infatti, aspirare a una riduzione del peso corporeo, dello stress e, in generale, al perseguimento di uno stile di vita sano. In tutto questo, l'attività fisica può giocare un ruolo importantissimo, se condotta con buon senso e, soprattutto, se indicata dallo specialista.
 

Quali indicazioni per attività fisica moderata e agonistica

L’attività fisica di tipo aerobico e di intensità moderata va considerata parte integrante del trattamento dell'ipertensione arteriosa, soprattutto in pazienti giovani, in sovrappeso e con colesterolo alto o intolleranza glucidica, che potrebbero arrivare a limitare la terapia farmacologica praticando esercizio fisico per almeno 30 minuti, tre o quattro volte a settimana.

Nel caso di attività agonistica, è invece necessaria la certificazione del medico dello sport in collaborazione con il cardiologo, che eventualmente decideranno di prescrivere un’eventuale terapia integrativa.
Altro dal blog
Mare e montagna presentano entrambi degli inconvenienti per chi soffre di ipertensione arteriosa, ma non è necessario rinunciare alle vacanze.
L'ipertensione consiste in un'elevata pressione del sangue nelle arterie, che costringe il cuore a un maggior sforzo. Tra i sintomi comuni, la cefalea.
Condizione clinica comunemente riscontrabile negli anziani, può anche interessare anche soggetti giovani.
Né più né meno di qualunque altro soggetto, anche per lo sportivo è importante innanzitutto scegliere i giusti nutrienti.
Dolori di difficile comprensione possono influire negativamente sull'attività sportiva. Come agire?
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico