MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione

Orecchio a sventola: quando il disagio diventa insopportabile

La soluzione a un inestetismo che può, purtroppo, avere un impatto psicologico notevole su chi ne soffre

Orecchio a sventola: quando il disagio diventa insopportabile

L'orecchio a sventola è un difetto estetico congenito che, pur non comportando pericoli per la salute, può rappresentare un problema importante sotto il profilo psicologico, soprattutto in età nelle quali lo scherzo e la presa in giro sono all'ordine del giorno.

 

Come si presenta l'orecchio a sventola

Il cosiddetto “orecchio a sventola” è una malformazione del padiglione auricolare esterno, che risulta essere eccessivamente grande o troppo prominente verso l'esterno. Generalmente, si può notare un'eccessiva apertura dell'angolo tra il cranio e l'attaccatura dell'orecchio, cui si associa in maniera più o meno marcata la mancata definizione dei solchi dell'elice e dell'antielice, che contribuiscono a conformare un orecchio normale.

 

Si tratta di un difetto presente fin dalla nascita, o è causato da comportamenti o posizioni errate?

Bisogna sfatare il “mito” secondo cui comportamenti errati del bambino da piccolo o dei genitori possano causare l'insorgenza di questo problema. È infatti un tratto geneticamente determinato, come la forma del naso o il colore degli occhi. Infatti, nel 90% dei casi è perfettamente bilaterale. È altrettanto vero che rimedi casalinghi con fasce o cerotti possono migliorare un minimo la situazione perché impongono alla cartilagine dell'orecchio di rimanere più attaccata al cranio, senza però risolvere mai completamente il problema.

 

Il disagio psicologico di vedersi “diversi dagli altri” potrebbe iniziare, purtroppo, già in età infantile. Come comportarsi, in tal caso?

Il disagio psicologico è senz'altro il problema più significativo che questi pazienti si trovano ad affrontare. Per quanto riguarda i genitori, consiglio di non dare eccessivo peso alla malformazione, che in ogni caso non implica alcun problema per la salute. In questo senso, eccedere in interventi correttivi fai da te non fa che enfatizzare un problema che spesso è solo dei genitori, almeno fino all'adolescenza. A quest'età, la maggiore consapevolezza della propria immagine corporea, unitamente all'acquisizione di stereotipi di bellezza da parte del gruppo sociale con cui il bambino o la bambina si confrontano, possono in effetti creare disagio e senso di emarginazione.

 

A quale età è possibile intervenire chirurgicamente

L'ideale sarebbe procedere all'intervento chirurgico correttivo quando il padiglione auricolare si sia completamente o quasi completamente conformato. Diciamo che l'età ideale, per molte ragioni, è dai 14 anni in su. Ci sono comunque molti pazienti che si sottopongono all'operazione in età adulta, anche avanzata.
 


Come si svolge e quanto dura l'operazione

L'intervento si svolge in anestesia locale o con leggera sedazione, in regime di Day Surgery, ovvero con ricovero unicamente giornaliero. In linea generale, dura circa un'ora e mezza. Si esegue una piccola incisione dietro all'orecchio, quindi sostanzialmente invisibile, dalla quale si procede al rimodellamento della cartilagine auricolare, che costituisce l'impalcatura dell'orecchio esterno. Infine, si asporta la cute in eccesso. I punti che pongo sono solitamente in filo riassorbibile, senza quindi avere il disagio di doverli togliere.
 


Decorso post operatorio

Il decorso è in genere molto ben tollerato, con minimo fastidio. La prima settimana sono solito far indossare una fasciatura adeguata, con funzioni di protezione. Dalla seconda settimana postoperatoria, si passa ad una più gestibile fascia che va tenuta per ulteriori 10 giorni. Diciamo che per un ritorno alla quotidianità normale sono sufficienti due/tre settimane.

 
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv