MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Bambini   Nutrizione  

Troppi dolci danneggiano il fegato dei bambini

Dott.ssa Chiara Orsetti - Nutrizionista a Vittorio Veneto e Conegliano
Dott.ssa Chiara ORSETTI
 10 Marzo 2017

Troppi dolci danneggiano il fegato dei bambini

Finora collegato unicamente a sovrappeso e obesità infantile, è ora chiaro che il fruttosio assunto in eccesso è responsabile di danni epatici nei bambini.

Un recentissimo studio apparso sul Journal of Hepatology ci porta l’ennesima conferma di quanto un’alimentazione basata su eccessive quantità di zucchero faccia male ai bambini.
 

La correlazione tra fruttosio e disturbi al fegato

Per la prima volta è stata trovata la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e lo sviluppo di NASH (Non-Alcoholic Steato-Hepatitis, epatite non correlata ad alcol). Possiamo anche dire che l’abuso sistematico di quantità di zucchero aggiunto, anche fruttosio, provoca sul fegato gli stessi effetti dell’alcol, in particolare nei bambini.

Questo è quanto dimostrato dai ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù con uno studio condotto tra il 2012 e il 2016 su 271 bambini e ragazzi affetti dal cosiddetto “fegato grasso”. In un bambino su due gli esami effettuati hanno rilevato livelli eccessivi di acido urico in circolo.

Attraverso ulteriori indagini, incrociate con i dati emersi dal questionario alimentare somministrato ai pazienti, i ricercatori hanno dimostrato l’associazione tra gli alti livelli di acido urico e l’aggravarsi del danno al fegato, soprattutto tra i grandi consumatori di fruttosio: quanto più zucchero ingerivano con la dieta abituale, tanto maggiore era il danno riportato dalle loro cellule epatiche.

Ecco che il fruttosio, già da anni anni incriminato come uno dei maggiori agenti responsabili del boom dell’obesità infantile, ora è stato identificato come responsabile del danno epatico e si è riusciti a capirne la correlazione.
 

Allora la frutta fa male? 

Perché parlando di fruttosio, si pensa subito a questo cibo che la natura ci regala e che da sempre è considerato un toccasana per l’alimentazione.
Il problema non è assolutamente legato al fruttosio contenuto nella frutta o nei vegetali: una banana, una mela un’arancia contengono quantità di fruttosio più che accettabili, inoltre sono ricche d’acqua, di fibre, di minerali, vitamine e di tante sostanze utili per il nostro benessere.

Le quantità eccessive di fruttosio le troviamo invece nel cibo-spazzatura: nelle bevande zuccherate, nelle merendine, in alcuni snack salati, biscotti, nel cioccolato, insomma in molti di quei prodotti che, soprattutto i bambini, consumano fra un pasto e l’altro. Sono cibi ricchi di saccarosio, il quale una volta digerito, si scinde nei due monosaccaridi di cui è costituito: fruttosio e glucosio. Eccolo qui il fruttosio incriminato e nascosto!

infografica sulla quantità di fruttosio contenuta in bevande e merendine


Attenzione all'educazione alimentare dei bambini

Poniamo attenzione a come alimentiamo i nostri bambini, fin da piccoli: i casi di obesità iniziano già a due anni di vita. I bambini vanno educati fino in tenera età a consumare pasti regolari, a mangiare frutta e verdura di stagione, ad assaggiare cereali integrali e legumi, a dissetarsi con acqua e non con aranciate e bibite zuccherate. A sentire il vero sapore del cibo, non sofisticato e alterato da zucchero e sale. So che spesso è difficile convincere i bambini ad assaggiare verdure, minestre ecc, e che è molto più semplice accontentarli con un biscotto o un gelato: sono mamma anch’io!

Ma il trucco è dar loro il buon esempio (e questo lo dico soprattutto ai papà) e poi giocare in cucina, proprio perché con il gioco i bambini apprendono e si impegnano, spesso molto più di noi adulti.

__________

La Dott.ssa Orsetti parlerà di sovrappeso e obesità infantile nel numero in uscita di Medicina Moderna. Iscriviti oggi per ricevere la tua copia a casa!

Vuoi porre le tue domande alla Dottoressa? Scrivi a: chiara.orsetti@medicinamoderna.tv
Social
Dott.ssa Chiara Orsetti - Nutrizionista a Vittorio Veneto e Conegliano
Hai bisogno di un consulto in
Nutrizione
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott.ssa Chiara ORSETTI    
Altro dal blog
Venerdì 17 marzo il Dott. Paolo Favretto, dietologo, parlerà di cause, diagnosi e terapia del fegato grasso, o steatosi epatica, in un incontro gratuito.
Un corso a numero chiuso sulle patologie al fegato: specialisti in vari campi medici si confrontano sulle più recenti evoluzioni in materia.
Per noi sono solo gustosi prodotti stagionali, ma in realtà presentano delle potenti funzioni curative: sono i funghi, protagonisti della tavola autunnale.
Prodotti stagionali a basso contenuto calorico, ricchi di vitamine e sali minerali, fanno bene a tutti ma soprattutto a chi soffre di disturbi epatici.
Se l'obesità è una malattia cronica, dobbiamo trattarla come una malattia cronica.
Vuoi evitare che i tuoi figli soffrano di disturbi del peso? Inizia mostrando loro che la merendina può essere sostituita da un frutto.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico