MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Medicina generale   Salute e benessere   Scienza dell'alimentazione  

CAFFÈ AMICO DEL CUORE

MA NEMICO DEL COLESTEROLO


Buone notizie per quelli che non c'è buon giorno senza il caffè. Corto o lungo, macchiato o nero, espresso o moka, è un concentrato di proprietà benefiche e quel che conta è che si può bere... a cuor leggero. Una mole di ricerche scientifiche su vasta scala ha ormai fugato ogni dubbio sul fatto che la bevanda più amata dagli italiani possa arrecare guai a chi ha disturbi cardiovascolari. «Senza esagerare, il caffè non solo non fa male, ma nel lungo termine sembra addirittura conferire una lieve protezione da infarto, ictus, scompenso cardiaco», dice Alessandra Tavani, capo del laboratorio di epidemiologia delle malattie croniche presso l'Irccs - Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano e autrice dell'opuscolo Caffè e Salute. «La caffeina contenuta nella tazzina può far aumentare leggermente la pressione del sangue e il battito cardiaco, ma l'effetto, transitorio e ininfluente dal punto di vista clinico, è più leggero in chi è abituato a bere l'espresso. Nessuna cardiopatia è provocata dal caffè. Solo chi già soffre di aritmie è meglio ne riduca il consumo oppure che opti per il decaffeinato». Persino dopo un attacco di cuore, non c'è ragione per vietare il piacere di una tazzina. «Un vasto studio clinico italiano, chiamato Gissi, e condotto su oltre 11mila infartuati, ha mostrato che un consumo moderato non aumenta il rischio di nuovi eventi cardiovascolari», continua Tavani. Semaforo verde anche per chi ha il colesterolo alto. «Il caffè è ricco di antiossidanti, come l'acido clorogenico, l'acido caffeico e le melanoidine, prodotte nella tostatura dei chicchi», specifica Amleto D'Amicis (puoi chiedergli un consulto), vicepresidente della Società italiana di nutrizione umana (Sinu) e membro del Comitato scientifico per gli studi sul caffè (Fosan). «Dopo un pasto pesante, come una frittura, queste sostanze agiscono sia a livello gastrico sul bolo alimentare sia nel circolo sanguigno, bloccando il nefasto processo di ossidazione e riducendo i rischi provocati dai radicali liberi». Grazie ai benefici polifenoli, due-tre tazzine al giorno avrebbero anche un'azione anti-ictus (meno 20-30%, secondo un maxi-studio giapponese pubblicato sulla rivista Stroke) e anti-cancro (guarda altri cibi anti-cancro). «Il caffè abbassa il rischio di tumore dell'oro-faringe, tumore del fegato, cirrosi epatica, tumore dell'endometrio e forse del tumore del colon-retto e del melanoma», assicura Tavani. Altro che vizio. Chi ama il caffè vive più a lungo: fino al 10% in più gli uomini e il 15% in più le donne, come riportato sul New England Journal of Medicine.

©oksalute.it

Social
Altro dal blog
Esame indolore, non invasivo e ripetibile senza problemi per il paziente
Nel caso si sospetti un difetto cardiaco, il bambino va sottoposto a una valutazione cardiologica da parte di uno specialista esperto in cardiologia pediatrica.
Riconoscere eventuali difetti cardiaci congeniti per intervenire precocemente, quando necessario.
L'ipertensione consiste in un'elevata pressione del sangue nelle arterie, che costringe il cuore a un maggior sforzo. Tra i sintomi comuni, la cefalea.
Non solo lo sport non è controindicato ai soggetti ipertesi: l'attività fisica non agonistica è addirittura consigliata a chi soffre di ipertensione arteriosa.
Alcune condizioni predisponenti favoriscono l'insorgenza di calcoli alla cistifellea, piccoli sassolini spesso originati da depositi di colesterolo.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico