MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Otorinolaringoiatria   Salute e benessere  

La facoemulsificazione per guarire dalla cataratta

Dott. Pietro Paolo Radin - Oculista a Padova
Dott. Pietro Paolo RADIN
 11 Febbraio 2020

La facoemulsificazione per guarire dalla cataratta - Dott. Radin

Rimuovere il cristallino opacizzato per riacquisire la vista nitida

La cataratta è una patologia molto comune e fa parte del normale processo d’invecchiamento. Consiste nella progressiva opacizzazione del cristallino, la lente naturale dell’occhio che, perdendo trasparenza, non permette il corretto passaggio della luce all’interno dell’occhio, rendendo le immagini nebbiose ed indistinte.

La cataratta si riscontra solo in età avanzata?
Colpisce 3 persone su 4 dopo i 70 anni, sono però molto frequenti e precoci le cataratte nelle miopie elevate e quelle indotte da assunzione di farmaci utilizzati localmente o per via generale (cataratta da cortisone).

Quali sono i sintomi più comuni?
Visione annebbiata e sfuocata oppure visione doppia, ipersensibilità alla luce e sensazione di abbagliamento, percezione dei colori meno vivida e tendente al giallo, necessità di cambi frequenti nella prescrizione degli occhiali.

Quando è necessario l’intervento?
Per chi necessita di capacità visive ottimali, l’operazione viene eseguita ai primi disturbi. Altri, sebbene l’intervento precoce sia più semplice e comporti numerosi altri vantaggi, preferiscono attendere. In ogni caso è bene non ritardarlo troppo: la cataratta a lungo andare può danneggiare l’occhio e aumenta il rischio di cadute, in particolare per le persone anziane.

In cosa consiste l’operazione?
La tecnica utilizzata è la facoemulsificazione (manuale o laser assistita) che consiste nella rimozione del cristallino opacizzato mediante frammentazione ad ultrasuoni. Successivamente l’occhio, per focalizzare correttamente la luce sulla retina e quindi per vedere nitidamente, ha bisogno di un cristallino artificiale (o lente intraoculare). Questa lente è permanente, non si deteriora con il tempo ed è perfettamente tollerata dall'occhio. Nella mani di un chirurgo esperto la facoemulsificazione è la tecnica più sicura e precisa, della durata di circa 15-20 minuti, indolore e consente una rapida guarigione con un recupero visivo molto veloce. L’intervento è eseguito nella maggior parte dei casi con anestesia topica (gocce di collirio), non sono necessari punti di sutura, non c’è bisogno di ricovero o immobilizzazione ed il paziente torna a casa il giorno stesso dell’intervento.


Vengono operati entrambi gli occhi in contemporanea?
Solitamente la cataratta viene operata in un occhio per volta e si opera per primo l’occhio con l’opacità più avanzata. Dopo qualche giorno o qualche settimana è bene operare il secondo occhio per evitare uno stato di disagio causato dalla discrepanza percettiva tra i due occhi. Naturalmente la visione migliora una volta operati entrambi gli occhi: aumenta il senso di profondità, la valutazione delle distanze e la percezione dei colori.

Quante tipologie di lenti esistono?
Le lenti intraoculari possono presentare diversi livelli di raffinatezza. Le lenti più comunemente usate sono le monofocali, che permettono la messa a fuoco delle immagini solo per lontano. Sono inoltre disponibili anche le cosiddette lenti premium con caratteristiche tecnologiche particolarmente avanzate, che permettono una riabilitazione visiva personalizzata potendo correggere difetti refrattivi per lontano quali la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e difetti refrattivi per vicino, come ad esempio la presbiopia, nei casi che presentano le condizioni ottiche appropriate.
 

La sostituzione del cristallino risolve il problema della vista opacizzata.

Social
Dott. Pietro Paolo Radin - Oculista a Padova
Hai bisogno di un consulto in
Oculistica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Pietro Paolo RADIN    
Altro dal blog
Soluzioni altamente tecnologiche per eliminare l’uso degli occhiali nel 96% dei casi dopo l’intervento alla cataratta.
I trattamenti laser per le malattie della retina, i casi di glaucoma grave e post cataratta.
Laser a femtosecondi, tutti i dettagli su un “intervento” in grado di correggere praticamente tutti i difetti visivi.
Ne parla il Dottor Claudio Genisi, oculista, in un incontro gratuito sulla correzione dei difetti visivi oggi.
L’evoluzione delle tecnologie utilizzate per il trattamento della cataratta consente oggi di correggere, con un unico intervento, anche i difetti visivi preesistenti.
La lussazione della spalla può richiedere l'intervento chirurgico per risolvere il problema
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 37 | INVERNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico